10 cose da sapere sul GP d’Austria

 10 cose da sapere sul GP d’Austria


Pochi giorni dopo il Gran Premio della Repubblica Ceca, il Campionato mondiale MotoGP arriva al Red Bull Ring, nella città di Spielberg (Austria) per l’undicesima data della stagione 2019. A seguire 10 cose essenziali da sapere sulla gara:

– La seconda posizione di Andrea Dovizioso a Brno ha segnato il suo quinto podio della stagione e il numero 130 della Ducati in MotoGP.

– Questa sarà la 28esima edizione del GP d’Austria. Negli anni settanta e ottanta è stato gestito nel circuito di Salzburgring; nel 1996 e nel 1997 si è disputato nell’A1-Ring, acquistato nel 2010 da Red Bull e ribattezzato per ospitare dal 2014 il campionato del mondo di Formula 1 e dal 2016 la MotoGP.

– Da quando la pista austriaca è tornata al calendario della MotoGP nel 2016, il Ducati Team ha sempre vinto, tre gare su tre: Iannone nel 2016, Dovizioso nel 2017 e Lorenzo nel 2018.

– Nel Gran Premio d’Austria Dovizioso è sempre partito dalla prima fila della griglia: 3° nel 2016 e 2° nel 2017 e 2018. L’unica pole Ducati su questa pista è di Iannone nel 2016.

– Il record di velocità massima nel Red Bull Ring è detenuto dalla Ducati, segnato da Alvaro Bautista nel 2016, raggiungendo 316,5 km/h.

– Andrea Dovizioso ha conquistato il podio in tutte le edizioni del GP austriaco a cui ha partecipato: secondo nel 2016, primo nel 2017 e terzo l’anno scorso.

– Il circuito austriaco ha il minor numero di curve del Mondiale, solo 10: 3 a sinistra e 7 a destra.

– Il miglior risultato di Danilo Petrucci sul Red Bull Ring è il quinto posto dell’anno scorso.

– Dalla linea del traguardo, che è il punto più basso del circuito, fino alla curva 3, c’è un dislivello di 65 m.

– Il layout austriaco è di gran lunga il circuito che si trova alla maggiore altitudine dell’intero calendario. Nel dettaglio, si trova a 677 metri sul livello del mare (seguito da MotorLand Aragón, a 381 metri slm).

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *