La Scuderia Ferrari ha ottenuto il secondo e il terzo posto nel cinquantesimo Gran Premio del Canada della storia della Formula 1 dopo che Sebastian Vettel è stato penalizzato di cinque secondi che lo hanno fatto scivolare dietro a Lewis Hamilton nonostante il tedesco avesse passato la linea del traguardo per primo. Sebastian è stato autore di una gara maiuscola dopo la pole position di ieri, riuscendo a tenersi dietro per tutta la gara il campione del mondo in carica. Charles Leclerc ha portato a casa il secondo podio della carriera salendo sul terzo gradino come in Bahrain.

Partenza. Al via Sebastian è stato in grado di mantenere la prima posizione su Hamilton, mentre Charles è riuscito ad affiancare il pilota inglese in curva 1, dovendosi però accodare per evitare una probabile collisione. Dal secondo giro è iniziata una battaglia serratissima tra la Ferrari del tedesco e la Mercedes del britannico che è durata fino alla bandiera a scacchi.

Pitstop. Al giro 26 Sebastian è rientrato per il proprio pit stop, passando dalla mescola media a quella più dura tornando in pista in terza posizione. Due giri dopo è stata la volta di Hamilton che è rientrato alle spalle di Charles e Sebastian, che a quel punto si è ritrovato al comando. La squadra con lui ha provato ad allungare lo stint per provare ad approfittare di una eventuale Safety Car, spesso presente a Montreal, che gli avrebbe permesso di recuperare i dieci secondi di distacco che aveva accumulato, rimettendolo in condizione di lottare per la vittoria. Al giro 33 anche Charles si è poi fermato per passare da gomme medie a dure ritrovandosi dietro a Max Verstappen che, essendo partito con mescola dura, aveva una strategia diversa. Leclerc ha avuto bisogno di una tornata per mandare in temperatura le gomme nuove e al 35° giro si è ripreso la terza posizione.

Momento chiave. L’episodio decisivo della gara è avvenuto al 48° giro quando Sebastian ha perso il controllo del posteriore della sua SF90 alla curva 3 rientrando in curva 4 dopo essere finito sull’erba ma mantenendo la prima posizione. I giudici di gara tuttavia hanno deciso che con quella manovra Sebastian aveva lasciato la pista, traendo vantaggio e portando fuori strada Hamilton e gli hanno inflitto una penalizzazione di cinque secondi da aggiungere al tempo di gara. Sebastian ha attraversato per primo il traguardo davanti a Hamilton e a Leclerc ma la penalità ha ribaltato l’ordine dei primi due piloti sul podio.

Sebastian Vettel #5
“Credo che siamo stati protagonisti di una grande gara e che la decisione dei giudici sia stata troppo severa. In curva 3 ho perso il controllo della mia vettura e sono stato costretto ad andare lungo sull’erba rientrando in curva 4 davanti a Lewis. Non ho visto dove lui fosse, ero troppo impegnato a tenere in pista la mia monoposto senza andare a sbattere e non l’ho stretto di proposito.
Credo che per il weekend che abbiamo disputato, e anche se i nostri rivali sul passo gara si sono dimostrati molto forti, avremmo meritato la vittoria e mi pare di aver capito che molto del pubblico presente oggi in circuito la pensasse come me. È sempre bello correre in Canada, sento molto il supporto da parte della gente e sarebbe stato splendido regalare a tutti i nostri tifosi la prima grande gioia della stagione”.

Charles Leclerc #16
“Sono piuttosto soddisfatto della mia gara, anche se è stata parecchio solitaria. Penso che difficilmente avrei potuto ottenere un risultato migliore e nel complesso la nostra performance è stata buona dal primo all’ultimo giro. Nello stesso tempo è stato un peccato per la squadra aver perso così la prima vittoria della stagione.
Questa pista era particolarmente adatta alla nostra vettura, ma ora pensiamo alla Francia, un tracciato sul quale ora come ora è difficile ipotizzare quale potrà essere il nostro livello di competitività. Quel che è certo è che continueremo a spingere e a lottare per ottenere risultati importanti”.

Mattia Binotto Team Principal
“In questo momento non possiamo che essere delusi, come squadra nel complesso ma soprattutto pensando a Sebastian e al pubblico. Per quanto riguarda Seb, penso che non avrebbe potuto fare nulla di diverso da quello che ha fatto, motivo per cui abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward.
Lasciamo il Canada con la consapevolezza che oggi, come per tutto il weekend, abbiamo dimostrato di essere competitivi e questo ha dato una dose di fiducia a tutta la squadra.”

Fonte: ferrari.com