Un oro e due argenti, è questo il bottino dell’Italia nelle finali individuali della European Para-Archery Cup. Dopo i cinque podi di ieri (4 argenti e 1 bronzo) gli azzurri chiudono la gara di Olbia con otto medaglie nell’ultimo test internazionale che precede i Mondiali di Qualificazione Paralimpica per Tokyo 2020 che si disputeranno in Olanda, a ‘s-Hertogenbosch, dal 3 al 9 giugno.

La Para-Archery European Cup di Olbia si colora di azzurro grazie alle frecce della Nazionale. L’Italia sulla linea di tiro vince ben otto medaglie. Dopo i cinque podi a squadre di ieri, oggi nelle finali individuali Asia Pellizzari vince l’oro nel W1 con il 131-126 sulla britannica Viktoria Rumary, argento per Alberto Simonelli ed Elisabetta Mijno battuti rispettivamente dal turco Bulent Korkmaz 142-141 nel compound e dalla russa Svetlana Barantseva 6-5 (9-7) nell’arco olimpico.

Risultati che rappresentano un ottimo viatico in vista dei Mondiali di Qualificazione Paralimpica per Tokyo 2020 che si disputeranno in Olanda, a ‘s-Hertogenbosch, dal 3 al 9 giugno.

ASIA PELLIZZARI D’ORO – Seconda medaglia a Olbia per Asia Pellizzarri che dopo essere salita sul podio nel mixed team ieri, oggi si prende l’oro individuale nel W1. L’azzurra batte 131-126 la britannica Viktoria Rumary grazie ad un inizio gara con tre volée vinte di fila con i parziali di 26-25, 27-26 e 26-25. L’azzurra cede solo il quarto parziale (27-26) ma è una battuta d’arresto che non pesa sul risultato finale visto che con le ultime tre frecce si prende altri tre punti di vantaggio 26-23.

SIMONELLI D’ARGENTO – Nel compound lo specialista azzurro Alberto Simonelli si arrende per un solo punto al turco Bulent Korkmaz 142-141 nella finale per l’oro. Sulla gara regna sovrano l’equilibrio nelle prime due tornate di frecce concluse 28-28 e 29-29, poi l’azzurro allunga con il 30-27 rintuzzato dall’avversario nella volée successiva con un 30-28. Il padrone di casa è in vantaggio a tre tiri dal termine ma è proprio qui che Korkmaz piazza l’allungo decisivo con il 28-26 che decide il match. Per Simonelli è il secondo argento ad Olbia dopo che anche ieri aveva perso la finale per l’oro a squadre per un solo punto contro la Turchia.

MIJNO SECONDA – Solo una freccia divide Elisabetta Mijno dall’oro nell’arco olimpico femminile. L’azzurra perde la finale contro la russa Svetlana Barantseva allo shoot off 6-5 (7-9). Mijno parte meglio e si porta sul 2-0 (24-23) ma il vantaggio dura poco perché nel secondo set la sua avversaria pareggia i conti (25-23). Il copione si ripete nelle successive due volée con il 26-21 dell’italiana e il 25-20 della sovietica. Nemmeno il quinto set riesce a sparigliare le carte, finisce 24-24 e manda il match allo shoot off dove Barantseva vince 9-7. Anche per Mijno è il secondo argento ad Olbia dopo quello a squadre di ieri.

IL RIEPILOGO DELLE FINALI AZZURRE
Venerdì 3 maggio
Ore 10,15 Finale per l’oro compound maschile ITALIA-TURCHIA 217-218
11,05 Finale per l’oro arco olimpico femminile ITALIA-TURCHIA 1-5
11,30 Finale per l’oro arco olimpico maschile ITALIA-FRANCIA 4-5 (28-25)
15,25 Finale per l’oro mixed team arco olimpico ITALIA-RUSSIA 3-5
15,50 Finale per il bronzo mixed team W1 ITALIA-REPUBBLICA CECA 134-124
16,40 Finale per il bronzo mixed team compound ITALIA-SLOVACCHIA 133-142
Sabato 4 Maggio
Ore 10,20 Finale per l’oro individuale W1 femminile PELLIZZARI-RUMARY (GBR) 131-126
15,20 Finale per l’oro individuale compound maschile SIMONELLI-KORKMAZ (TUR) 141-142
16,00 Finale per l’oro individuale arco olimpico femminile MIJNO-BARANTSEVA (RUS) 5-6 (7-9)

LA PAGINA DELL’EVENTO CON LE NEWS E I LINK UTILI

http://www.fitarco-italia.org/eventi/dettaglioEvento.php?id=386