L’Italia vince cinque medaglie con le squadre agli Europei di Samsun (Tur). In totale gli azzurrini si prendono un oro, tre argenti e un bronzo. Domani le finali individuali in diretta streaming.

La giornata delle finali a squadre agli Europei di Samsun, in Turchia, regala all’Italia un oro, tre argenti, un bronzo e due quarti posti. Cinque medaglie che rappresentano un ottimo bottino. L’unico titolo europeo arriva grazie alle frecce compound Junior di Bazzichetto, Natale e Roner che battono la Turchia 228-223.

XVII Campionato Europeo Indoor, le medaglie

Doppio argento per le selezioni senior compound

Pagni, Ibba e Della Stua poco possono contro una Francia ai limiti della perfezione, 238-231 il risultato finale, mentre Franchini, Tonioli e Ret perdono di un solo punto 230-229 contro la Russia. Finale vincente gli Junior del ricurvo che conquistano il bronzo: Fabrizzi, Santi e Paoli battono l’Ucraina 5-3, mentre nel compound si tinge d’argento la prestazione di Boggiatto, Brunello e De Angeli superati in finale di misura dai padroni di casa della sulla Turchia per 233-232.

Chiusura amara nell’olimpico senior per Mandia, Frangilli e Morello sconfitti dalla Turchia allo shoot off 5-4 (29-28) e per le azzurrine Boccardi, Hervat e Rolando anche loro battute alle frecce di spareggio dalla Turchia 5-4 (28-27). Per entrambe le selezioni l’Europeo finisce al quarto posto.

Domani, sabato 2 marzo, altre possibilità di medaglie per gli azzurri nelle sfide individuali, ecco il programma dei match:

Finali Individuali

07,47 Finale per l’oro Compound Junior femminile RONER-TOPKARCI (TUR)
09,12 Finale per il bronzo Arco Olimpico Junior maschile PAOLI-BUDAEV (RUS)
13,59 Finale per l’oro Arco Olimpico maschile MANDIA-MORELLO

LE AZZURRINE DEL COMPOUND D’ORO

Ad aprire la lunga e proficua giornata di finali per l’Italia sono le Junior del compound Elisa Bazzichetto, Paola Natale ed Elisa Roner brave a battere le padrone di casa della Turchia (Gurlek, Tormuk, Topkarci) 228-223. Il largo successo è figlio di una prestazione decisamente solida delle azzurrine che vincono i primi due parziali 58-57 e 55-54, poi pareggiano il quarto 56-56 e infine mettono il turbo con il 59-56 dell’ultima volée.

PAGNI, IBBA E DELLA STUA SI ARRENDONO SOLO ALLA FRANCIA

Argento per l’Italia compound maschile che non può nulla contro una Francia praticamente perfetta. Sergio Pagni, Valerio Della Stua e Fabio Ibba si piegano a Boulch, Deloche e Gontier che iniziano la gara tirando dodici frecce di fila sul “10” portandosi così 120-116 a metà sfida. Purtroppo per gli azzurri, i transalpini continuano la loro striscia positiva interrotta solamente alla diciottesima freccia che si piazza sul nove, la terza volée finisce così pari 59-59. Il livello della prestazione dei francesi non scende e il finale dice 238-231, in tutta la gara i transalpini centrano solamente due “9” per il resto tutte le frecce finiscono sul “10”.

FRANCHINI, RET E TONIOLI D’ARGENTO

Un solo punto divide l’Italia femminile del compound dal titolo continentale. Irene Franchini, Sara Ret e Marcella Tonioli vengono sconfitte dalla Russia di Avdeeva, Balzhanova e Savenkova nella finale per l’oro 230-229. E dire che le azzurre partono meglio con il 59-58 del primo parziale, vantaggio che viene però annullato e poi ribaltato nei successivi due turni chiusi 57-56 e 58-57 dalla Russia. Le ultime sei frecce finiscono pari 57-57 e consegnano alle azzurre la medaglia d’argento.

TERZA L’ITALIA JUNIOR MASCHILE DELL’OLIMPICO

Vittoria in finale per Federico Fabrizzi, Matteo Santi e Alessandro Paoli che salgono sul terzo gradino del podio dopo il 5-3 rifilato all’Ucraina (Kamenskyi, Kozhokar, Ovchynnikov) La sfida parte con un 58-58 poi gli azzurrini salgono di tono, vincono il secondo set 58-56, perdono il terzo con lo stesso punteggio ma rialzano subito la testa e con il 58-54 del quarto parziale si prendono un meritatissimo bronzo.

ARGENTO PER BOGGIATTO, BRUNELLO E DE ANGELI

La rivincita degli Junior compound della Turchia arriva nella sfida maschile in cui Akcaglou, Altintas e Yildiz battono nella finale per il primo posto 233-232 Alex Boggiatto, Antonio Brunello e Valentino De Angeli. La sfida si decide tutta nei parziali centrali con l’Italia che si prende il secondo 60-58 e i padroni di casa che vincono il terzo 60-57. La differenza di un punto rimane fino alla fine visto che le ultime sei frecce ci concludono in parità 59-59, così come in pareggio erano finiti i primi tiri del match 56-56.

GLI AZZURRI DELL’OLIMPICO QUARTI

Epilogo amaro per una questione di millimetri per Marco Morello, Michele Frangilli e Massimiliano Mandia sconfitti dalla Turchia (Gazoz, Bozlar, Guneri). La prima volée termina in parità 58-58, poi si scatenano i padroni di casa che infilano solo “10” e vincono la seconda 60-58. Gli azzurri alzano il ritmo nella terza volée ma gli avversari riescono a rimanere sempre agganciati e così il set finisce 59-59. La Nazionale, nonostante sia sotto 4-2, non si perde d’animo, anzi pesca dal cilindro le sei frecce che allungano la finale fino allo shoot off grazie al 58-56 del quarto parziale. Le tre frecce di spareggio sono a favore della Turchia che chiude la questione 5-4 (29-28)

QUARTO POSTO PER LE AZZURRINE DELL’OLIMPICO

Giù dal podio per una questione di centimetri. E’questo il risultato amaro della spedizione dell’arco olimpico Junior femminile azzurra. Il terzetto, formato da Elisa Boccardi, Karen Hervat e Aiko Rolando nella sfida contro la Turchia (Demirel, Derin, Guner) per il bronzo si porta sul 2-0 (59-55) ma viene subito ripreso dal 58-57 avversario. Il copione si ripete nei successivi due set 58-55 e 57-58 e così si va allo shoot. Nelle ultime tre frecce le padrone di casa chiudono il match 28-27.

IL LINK PER SEGUIRE LE DIRETTE DELLE FINALI SUL CANALE YOUTUBE WORLD ARCHERY EUROPE