Ronaldo: “Voglio fare la storia della Juventus”

 Ronaldo: “Voglio fare la storia della Juventus”


Una copertura mediatica straordinaria, con giornalisti provenienti da tutto il mondo. Tutti qui, per Cristiano Ronaldo, per sentire le sue prime parole da giocatore della Juventus nella conferenza stampa che – questa sera – si è svolta all’Allianz Stadium, nella splendida cornice del Club Gianni e Umberto Agnelli.

«La Juventus per me è una della più grandi squadre del mondo, è stata una decisione che ho preso da tempo e ringrazio il club per questa opportunità. Questo è un passo molto importante per la mia carriera, è il più grande club italiano, ha un grande allenatore e un grande presidente abituato a vincere. È una sfida per me e sono molto preparato. Sono tranquillo e molto fiducioso. Mi sento bene, mi sento elettrizzato. Di solito i giocatori della mia età vanno in altri Paesi, ma io sono qui per trionfare con la Juventus».

UNA NUOVA TAPPA, UNA NUOVA SIFDA

Cristiano, nella sua meravigliosa carriera, ha vinto ovunque. Non si vuole di certo fermare qui. L’Italia rappresenta una nuova, stimolante tappa. «Quella che ho avuto al Real Madrid è stata una storia brillante, ma adesso voglio dedicarmi a questa nuovasfida della mia vita. Cercherò di far vedere agli italiani che sono un giocatore di altissimolivello, anche se penso di non dover dimostrare nulla a nessuno, i numeri parlano per me. Non mi piace rimanere nella mia zona di comfort. Voglio lasciare il segno anche nella storia della Juventus».

LA SERIE A

Nel week-end del 18-19 agosto inizierà la Serie A 2018-2019, la prima con CR7 in campo. «È un campionato difficile, molto tattico. La mia carriera non ha avuto niente di facile. Voglio lavorare perché le cose vadano bene. Sono preparato e darò il meglio. Ho già avuto l’opportunità di conoscere il mio allenatore, Massimiliano Allegri. Comincerò ad allenarmi il 30 luglio: voglio debuttare in campionato nella prima partita».

GLI OBIETTIVI STAGIONALI

«Lotteremo per tutti i trofei: Serie A, Coppa Italia e Champions League. La Champions? Dobbiamo essere tranquilli e concentrati, è una competizione molto difficile da vincere. La Juventus è arrivata molto molto vicina negli ultimi anni, le finali sono sempre un’incognita». Poi torna sul passato, allo scorso aprile, alla standing ovation dopo la rovesciata a Torino, proprio nella massima manifestazione europea.«Fu un momento molto bello, speciale per me».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *