A New York, faccia a faccia tra il britannico Sam Bird e il francese Jean-Éric Vergne per la conquista del titolo di campione di Formula E. Sam Bird e DS Virgin Racing sono pronti a raccogliere la sfida dell’ultimo appuntamento della stagione di Formula E. A New York, si batteranno per i titoli Piloti e Team.

Le ultime due gare della stagione 2017/2018 del campionato 100 % elettrico si terranno sabato 14 e domenica 15 luglio a Red Hook, nel quartiere di Brooklyn. Sam Bird e Jean-Éric Vergne saranno i soli a contendersi il titolo Piloti. 23 sono i punti che separano i due piloti e 58 quelli che restano da distribuire.

Formula E, Sam Bird due vittorie e tre podi

Sam Bird, che conta due vittorie e tre podi in questa stagione, torna sul circuito su cui ha ottenuto due vittorie nel 2017 (oltre a una pole position), puntando a conquistare 53 punti.

DS Virgin racing, invece, è in gara per il titolo Team. La squadra è terza e conterà su ogni punto portato a casa da Sam Bird e dal team mate Alex Lynn, che aveva debuttato in Formula E proprio a New York, ottenendo la sua prima pole position.

Quest’anno la gara si svolgerà su un circuito leggermente diverso e coprirà una distanza maggiore. La prova di sabato sarà la più lunga della stagione.

Sam Bird

Siamo pronti ad affrontare la sfida e daremo il massimo. Il nuovo tracciato e la distanza maggiore complicheranno le cose. Tutta la squadra ha lavorato molto per prepararsi a questo week-end, come ha sempre fatto in questa stagione. Non ci aspettavamo di raggiungere questa posizione ma ci siamo arrivati e faremo del nostro meglio.

Alex Lynn

Sono contento di tornare a New York, dove ho debuttato in Formula E. È un posto fantastico per una gara. Per il team la posta in gioco è molto alta. Abbiamo lavorato molto al simulatore e nella base di Silverstone per prepararci a questa sfida. So che posso ottenere un buon risultato, aiutare il team e sostenere Sam.

Sylvain Filippi, Direttore Generale DS Virgin Racing

Dall’ultima gara abbiamo lavorato molto. Sappiamo perfettamente cosa c’è in gioco. L’anno scorso, a New York il team ha fatto tutto alla perfezione, in pista e fuori. Sappiamo che sarà una sfida davvero importante, perché la Formula E non ha mai avuto così tanto seguito. Faremo tutti del nostro meglio.