Il momento è arrivato: domani, alle quattro del pomeriggio, le 218 barche iscritte alla 151 Miglia
– Trofeo Cetilar si troveranno in acqua al largo tra Livorno e Marina di Pisa per dare il via alla
nona edizione della regata organizzata dallo YC Punta Ala e dallo YC Repubblica Marinara di
Pisa, con la collaborazione di YC Livorno, Porto di Pisa, Marina di Punta Ala e dei partner
PharmaNutra, SLAM, Rigoni di Asiago e Acqua dell ʼElba.

Al momento, la gigantesca flotta è distribuita nelle due basi logistiche del Porto di Pisa e del
Porto di Livorno, location che stanno vivendo questa intensa vigilia della partenza
condizionata da un meteo particolarmente incerto per il periodo. Facile prevedere che domani
lo spettacolo in mare sarà grandioso, anche perché non capita spesso di assistere allo start di
una regata di vela d ʼaltura con un numero così importante di barche, in quantità come in
qualità, divise nei due raggruppamenti ORC International e IRC.

Nel frattempo, dopo aver assistito nel pomeriggio alla presentazione del libro “Tre capi non
bastano” scritto dal navigatore oceanico Matteo Miceli, i partecipanti si ritroveranno questa
sera, sempre al Porto di Pisa, per la 151 Dance Parade, un evento dedicato a tutti gli equipaggi
che a partire dalle ore 22 si trasformerà in una grande festa aperta a tutta la cittadinanza.

Domani, invece, l ʼappuntamento è per le ore 12 allo Yacht Club Livorno con lo Skipper
Briefing, alla presenza di Roberto Lacorte (Presidente YCRMP), Alessandro Masini (Presidente YCPA), Gianluca Conti (Presidente YCL), Alessandro Mei (Vicepresidente FIV), Fabrizio Gagliardi (Presidente UVAI) e Dodi Villani (Presidente del Comitato di Regata), durante il quale verrà fatto il punto sul meteo, a cura di Elena Cristofori della società TriM, prima che le barche mollino gli ormeggi per la partenza delle ore 16. A quel punto, tutta l ʼorganizzazione della 151 Miglia si sposterà al Marina di Punta Ala, dove le prime barche sono attese dal pomeriggio di venerdì e dove sabato sono previsti numerosi eventi – a partire dal torneo del Gioco da Tavolo della 151 Miglia e dalla premiazione in piazzetta – che culmineranno nell ʼatteso Dinner Party in riva al mare.

Il record di percorrenza

Il record di percorrenza della regata da battere appartiene ancora al Maxi Our Dream, stabilito nel 2011 in 16 ore, 25 minuti e 23 secondi, obiettivo delle barche più grandi della flotta, che cercheranno di sfruttare al meglio le condizioni meteo per aggiudicarsi anche la vittoria in tempo reale e quindi uno dei due Trofei Challenge della 151 Miglia in palio (il secondo è assegnato al vincitore overall del raggruppamento più numeroso).

Una regata che gli appassionati di vela (e non solo) potranno seguire live sul web grazie al sistema di tracciamento satellitare della YB Tracking e grazie alle info in tempo reale presenti sulla APP della 151 Miglia, scaricabile gratuitamente e disponibile per dispositivi IOS e Android. Da segnalare inoltre che tutti gli equipaggi potranno aderire alla campagna Occhio al Mare, iniziativa comune di Marevivo (Divisione Vela), rappresentata da Nicola Granati, e Lega Italiana Vela, una campagna per la tutela del Pianeta Blu, la conoscenza del mare e la conservazione delle biodiversità. Ai partecipanti è stato distribuito un dépliant con le istruzioni relative alla APP specifica che servirà per il rilevamento e l ʼindividuazione delle varie specie marine che i regatanti incontreranno durante la regata.

 

Foto dello Studio Fabio Taccola/151Miglia