La Prima categoria della Virtus Divino Amore Calcio ha un piede e mezzo (forse anche qualcosa
in più) nella semifinale di Coppa Lazio. La formazione di mister Mario Di Marco ha battuto il
Faiti con un roboante 6-1 esterno nell’andata dei quarti di finale giocata ieri.

Le parole di Gianluca Massimi

«Eppure avevamo chiuso il primo tempo in svantaggio di una rete, tra l’altro in una gara
giocata su un campo pesante – spiega l’amministratore delegato della Virtus Divino Amore
Gianluca Massimi – Poi nella ripresa la squadra è riuscita prepotentemente a dimostrare le
proprie qualità, andando a segno sei volte e ipotecando il passaggio del turno». Tripletta di uno
scatenato Procopio e gol di Fazio, Addi e Vrapi: così la Virtus Divino Amore ha reagire ad un
ultimo periodo abbastanza negativo. «Dopo la sconfitta interna di domenica scorsa contro il Città
di Pomezia, in cui la squadra era parsa molle e poco determinata, ho inviato un messaggio ai
ragazzi chiedendo un atteggiamento diverso e la voglia di mettersi in discussione per questa
società che ha ambizioni importanti. La risposta è arrivata, ma ora bisogna dare continuità da
qui alla fine della stagione». La Coppa può diventare un trampolino di lancio estremamente
importante proprio per “alimentare” le ambizioni della Virtus Divino Amore.

«In realtà, abbiamo sempre dato grande considerazione a questa competizione sin dalle prime
partite – dice Massimi – Siamo convinti di avere una squadra molto attrezzata e lo hanno
dimostrato anche le sfide alle prime del nostro girone di campionato, per questo non ci era
piaciuto il comportamento del gruppo nelle ultime gare anche se siamo certi che pure loro
“soffrivano” per questi risultati negativi».

In attesa della sfida di ritorno con il Faiti, in programma il prossimo 28 febbraio, la Virtus Divino Amore è pronta a rituffarsi in campionato (dove al momento naviga all’ottavo posto) con la sfida esterna alla W3 Roma Team che è sesta con quattro lunghezze di vantaggio sul gruppo di mister Di Marco. «Affronteremo un avversario forte, ma come detto dobbiamo dare continuità al risultato di Coppa» conclude Massimi.