Pallanuoto, 3T Frascati Sporting Village, il settore femminile in “visita” al Settebello

 Pallanuoto, 3T Frascati Sporting Village, il settore femminile in “visita” al Settebello


Ha vissuto emozioni speciali il settore femminile della pallanuoto del 3T Frascati Sporting Village.
Nei giorni scorsi, infatti, l’intero settore femminile (fatta eccezione per la serie A2) ha potuto partecipare ad un collegiale della Nazionale maschile di pallanuoto
che si è svolto presso il centro federale di Ostia.
Un’occasione unica, nata anche grazie ai buoni rapporti di Federica Tagliaferri (un importante passato da pallanuotista di alto livello e attuale tecnico della
serie B tuscolana e di tutte le formazioni giovanili femminili) con Sandro Campagna e Alessandro Duspiva, rispettivamente allenatore e team manager della
Nazionale maschile italiana.

Pallanuoto una grande emozione per le atlete

«Volevo far vedere da vicino alle ragazze la “vera” pallanuoto – spiega la Tagliaferri – Eravamo l’unica società presente ad Ostia e per le nostre atlete è stata
una grande emozione perché al collegiale hanno partecipato anche alcuni “big” della Nazionale italiana.
E alla fine le ragazze hanno potuto anche immortalare questo momento con una foto assieme ai campioni del Settebello».
L’esperimento sarà replicato il prossimo 18 novembre quando il settore femminile del club tuscolano sarà presente all’amichevole che l’Italia disputerà contro
la Grecia sempre a Ostia.

Inoltre martedì e mercoledì scorsi la serie B femminile del 3T Frascati Sporting Village guidata dalla Tagliaferri è stata a Napoli per una doppia amichevole
contro le pari categoria del Posillipo e del Volturno, ma anche per osservare un allenamento congiunto tra il Posillipo e la Canottieri Napoli maschili, club di
grandissimo blasone della massima serie.

«Per ciò che concerne le amichevoli, sono abbastanza soddisfatta di quanto hanno fatto vedere le nostre ragazze – commenta la Tagliaferri – E’ chiaro che c’è
ancora tanto da fare, ma per loro di fatto era la prima vera partita amichevole ed è evidente che devono migliorare la loro conoscenza.
Sono entrate in vasca con un atteggiamento piuttosto timoroso, ma stiamo parlando di un gruppo molto giovane e quindi era da mettere in preventivo questo
tipo di problematica.
I primi passi, comunque, sono stati fatti nella giusta direzione: le ragazze si impegnano molto e mi seguono e questa è decisamente una base importante per
fare un buon lavoro».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *