VIGNA DI VALLE – LA SQUADRA DELL’ALTO ADIGE SI AGGIUDICA I REGIONALI STUDENTESCHI DI BADMINTON

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Graditissimi ospiti del Centro Sportivo dell’aeroporto di Vigna di Valle, ben 72 atleti si sono incontrati dal 26 al 28 per disputarsi l’ambito trofeo in un torneo nelle cui fasi di selezioni provinciali  e regionali hanno gareggiato per alcuni mesi numerosissime scuole.
Il podio più alto se l’è aggiudicato la squadra dell’Alto Adige in possesso di una tecnica di gioco decisamente superiore a tutte le altre che abbiamo visto impegnate in questi tre giorni. Marah PUNTER, Roswitha FRAGNER UNTERPERTINGER, Lukas OSELE e Kevin STROBL, sono i nomi dei giovanissimi studenti che hanno sconfitto i loro vicini colleghi del Trentino nella partita finale. Al terzo e quarto posto si sono rispettivamente classificate le compagini della Sicilia e quella della Lombardia.
Il Badmington, uno degli sport più diffusi e praticati al mondo, e dal 1992 disciplina olimpica, compare in Italia negli anni ’40 e solo nei primi anni ’60 riesce a diffondersi seppur non in maniera omogenea. Meglio conosciuto nel nostro paese con il termine ‘volano’, deve il suo nome a quello del Castello di proprietà del Duca di Beaufort , nella città di Badminton nel Gloucestershire, nel quale furono codificate le prime regole di questo gioco.

Molto simile al gioco del Tennis, richiede molta agilità e riflessi prontissimi che consentano al giocatore scambi spesso rapidissimi, cambiamenti di fronte e movimentati recuperi. A detta degli esperti è il più veloce sport di racchetta: il volano (la palla piumata) colpito per uno smash (schiacciata) può superare la velocità di 300 km/h.
E in effetti lo spettacolo all’interno della splendida palestra del Centro Sportivo dell’Aeronautica militare non è certo mancato. Sorprendente tra l’altro in questa disciplina, il rapporto di estrema correttezza che si crea sul campo tra avversari: il volano caduto a fil di riga non crea mai discussioni, mai una richiesta di verifica, mai una contestazione da parte del coach. Una bellezza assistere a questo tipo di incontri.
Prima della consegna delle coppe, il rituale dei saluti con l’apertura che compete all’Ospite Colonnello Alessandro Gresta, seguito dal Sindaco di Bracciano Giuliano Sala che ringraziando i ragazzi e i loro accompagnatori per la loro partecipazione, li ha invitati a tornare in questo territorio le cui immagini certo li accompagneranno per ancora molto tempo. Un saluto inoltre anche da parte del Dott. Antonino Mancuso in rappresentanza della Regione Lazio e del segretario generale FIBa Cecilia D’Angelo.
Da segnalare in chiusura, anche l’interesse mostrato dal famoso ‘aviere’ Andrew Howe che proprio presso questo Centro Sportivo effettua le sue sedute di allenamento e che non si è certo fatto pregare per indossare anche lui la t-shirt della manifestazione.

Renato Magrelli

[foldergallery folder=”cms/file/BLOG/1890/” title=”1890″]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick