Movisport sbarca all’Elba: Michelini e Gilardoni in cerca di nuove performance


Movisport all’Elba: Michelini e Gilardoni cercano nuove performance
Nella foto: Michelini in azione (Bettiol)




Movisport questo fine settimana sarà al via del Rally Isola d’Elba, quarta prova stagionale del Campionato Italiano Rally. Michelini-Castiglioni e la Skoda Fabia R5 ed anche Gilardoni-Bonato con la Ford Fiesta R5 saranno al via della competizione nell’isola più grande dell’arcipelago toscano che torna nel tricolore dopo venticinque anni.

Rudy Michelini, dopo la settima piazza assoluta ottenuta alla recente Targa Florio, prestazione lucida che lo ha confermato tra le migliori realtà del tricolore rally, portandolo al terzo posto nella classifica “asfalto”, conta adesso sulle difficili strade elbane per fare progressi in classifica. La gara dell’Elba, Michelini, l’ha disputata anche la passata edizione, giungendo nono assoluto, una partecipazione oggi vista come un utile training per quella di quest’anno, ricca di presupposti importanti.

Moviesport, settimo nel campionato italiano rally asfalto

Per Kevin Gilardoni, undicesimo assoluto alla Targa Florio, la corsa elbana sarà un altro appuntamento
importante per accrescere l’esperienza su fondi particolari, oltre che per incamerare altri punti per
importanti il CIRA, il Campionato Italiano Rally Asfalto, il quale occupa la settima piazza provvisoria
nella classifica generale.

Per entrambi i driver ci sarà anche un altro compito: quello di contribuire a rafforzare la leadership di
Movisport nella classifica tricolore riservata alle scuderia. Il sodalizio, infatti ha adesso 28 punti, sei in
più del diretto inseguitore, la piemontese Meteco Corse.




Dieci, in totale, le prove speciali, per una distanza competitiva di 151,480 chilometri

Dieci, in totale, le prove speciali, per una distanza competitiva di 151,480 chilometri (il 37,92% del
totale) a fronte dei 399,610 dell’intero tracciato.  La prima giornata avvierà con la cerimonia di
partenza in centro a Portoferraio a partire dalle ore 16,15 di venerdì 25 maggio, dopodiché i concorrenti
dovranno affrontare cinque impegni cronometrati, dei quali gli ultimi due con l’imbrunire, per
poi chiudere a partire dalle ore 23,10 con l’entrata nel parco chiuso notturno di Portoferraio.

L’indomani, sabato 26 maggio, uscita dal riordino notturno alle 08,00 ed arrivo finale, sempre in centro a Portoferraio, a partire dalle ore 17,25, dopo aver corso altre cinque prove speciali. Sarà, questa, una giornata decisamente impegnativa, con altri 95,860 chilometri di sfide e soprattutto con l’impegno finale della “Due Mari” di 22 chilometri.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*