Calcio, Allievi Regionali, Castelverde, D’Auria: “Punto col Casilina positivo per il morale dei ragazzi”





La cura di mister Davide D’Auria inizia a far effetto sugli Allievi regionali B del Castelverde. Dopo le due sconfitte iniziali che avevano portato il club a decidere per il cambio tecnico, il nuovo allenatore (che in realtà l’anno scorso subentrò sulla panchina della Juniores e quest’anno allenava già il gruppo Giovanissimi sperimentali 2004 sotto età) ha iniziato la sua avventura con due pareggi. Prima a Zagarolo e poi in casa con il Casilina, raggiunto nel finale con un calcio di rigore di Fabbri. «Nel primo tempo del match di sabato abbiamo avuto più di un’occasione – dice D’Auria -, magari se fossimo passati in vantaggio la partita avrebbe preso un’altra piega. Nella ripresa i ragazzi hanno continuato a fare abbastanza bene, ma una disattenzione su una palla inattiva, già capitata pure a Zagarolo, ci ha fatto ritrovare sotto nel punteggio. La squadra ha comunque reagito nel finale e il pareggio, sostanzialmente giusto, può essere sicuramente utile per il morale della squadra che in questo momento della stagione ha bisogno di ritrovare fiducia e tranquillità». Nel prossimo turno il Castelverde sarà ospite del San Lorenzo, una trasferta complicata che potrà dire una parola di più sul percorso di crescita di questi ragazzi sui quali comunque D’Auria sente di poter scommettere. «Credo che ci siano tutte le possibilità per ottenere l’obiettivo stagionale che è quello della salvezza – rimarca l’allenatore – Avevo iniziato quest’annata con la voglia di fare solo la Scuola calcio e concentrarmi sul lavoro in prospettiva con i 2004, che comunque continuerò a guidare, ma quando la società mi ha chiesto di prendere in mano questo gruppo mi sono messo a disposizione. E’ ovvio che un cambio d’allenatore crea sempre dei momenti di smarrimento, ma piano piano i ragazzi stanno tirando fuori le loro qualità e con l’impegno dimostrato nel match del Casilina potranno indubbiamente migliorare la loro classifica».






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*