Il Ducati Team torna nuovamente in pista al MotorLand Aragón per il Gran Premio di Teruel

 Il Ducati Team torna nuovamente in pista al MotorLand Aragón per il Gran Premio di Teruel


A pochi giorni dal Gran Premio di Aragona, disputatosi domenica scorsa, il circuito del MotorLand Aragón si prepara ad ospitare nuovamente il Campionato Mondiale MotoGP, per l’undicesimo appuntamento della stagione 2020. L’evento, denominato Gran Premio di Teruel, si terrà questo fine settimana e, ancora una volta, seguirà un programma leggermente diverso rispetto agli orari tradizionali, per consentire all’asfalto di raggiungere temperature adeguate durante le prime ore del mattino.

Basse temperature e vento forte

Sono state proprio le basse temperature e il vento forte di venerdì scorso ad aver influenzato il primo fine settimana di gara del Ducati Team ad Aragón, durante il quale i piloti della squadra bolognese hanno dovuto cercare di capire come gestire al meglio gli pneumatici con le difficili condizioni del tracciato spagnolo. Grazie ai dati raccolti domenica scorsa in gara, Andrea Dovizioso torna al MotorLand Aragón fiducioso di poter migliorare la sua prestazione. Nel GP d’Aragona, il pilota forlivese ha chiuso in settima posizione, ottenendo punti importanti per la classifica generale che lo vede ora al quarto posto, a soli 15 lunghezze dal leader Joan Mir.

Anche Danilo Petrucci, reduce da una prova difficile chiusa al quindicesimo posto, torna in Spagna determinato a ritrovare sensazioni positive in sella alla sua Ducati Desmosedici GP e con l’obiettivo di poter lottare nuovamente per le posizioni alte della classifica. Dopo la prima gara di Aragón, Il pilota umbro occupa la tredicesima posizione in campionato con 65 punti. Ducati è seconda nella classifica costruttori, mentre il Ducati Team occupa il terzo posto nella classifica riservata alle squadre.

Andrea Dovizioso, (#04 Ducati Team) – 4° (106 punti)

“Grazie all’esperienza fatta nella gara di domenica scorsa al MotorLand, credo che nel prossimo fine settimana potremo ottenere un risultato migliore. Ora abbiamo a disposizione molti dati da poter analizzare per capire come gestire meglio il consumo delle gomme, un fattore che sarà ancora una volta determinante in gara. Abbiamo ancora del margine per poter migliorare e, se lavoreremo nella direzione giusta, sono sicuro che saremo più competitivi. Speriamo di trovare condizioni normali in tutti i turni disponibili, per poterli sfruttare completamente a partire già dal venerdì, così da poter arrivare alla domenica preparati. Mancano ancora quattro GP e non siamo distanti dal nostro obiettivo. Sicuramente non ci arrendiamo”.

Danilo Petrucci, (#9 Ducati Team) – 13° (65 punti)

“Come abbiamo già visto, quando ci sono due gare consecutive sullo stesso tracciato i risultati non sono mai gli stessi. Vogliamo migliorare la nostra prestazione rispetto all’ultimo GP e ritrovare la strada che ci ha permesso di fare una progressione in crescita dopo Misano. Le basse temperature torneranno a condizionare il fine settimana, ma adesso possiamo contare sull’esperienza di domenica scorsa per cercare di gestire meglio questo Gran Premio. Sono sicuro che potremo lottare per posizioni molto più ambiziose”.

Il Gran Premio di Teruel prenderà il via ufficialmente questo venerdì 23 ottobre, con il primo turno di prove libere in programma a partire dalle ore 10:55 locali (GMT +2.00).

Informazioni circuito

Paese: Spagna
Nome: MotorLand Aragón
Giro veloce: Lorenzo (Yamaha), 1:48.120 (169,0 km/h) – 2015
Record del circuito: Márquez (Honda), 1:46.635 (171,4 km/h) – 2015
Velocità massima: Bagnaia (Ducati), 351,8 km/h – 2020
Lunghezza del tracciato: 5,1 km
Durata della gara: 23 giri (116,8 km)
Curve: 17 (10 a sinistra, 7 a destra)

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *