Il numero 37 è tornato sulla linea di partenza…

 Il numero 37 è tornato sulla linea di partenza…


Sono passati 56 anni, ma i ricordi del grande trionfo ottenuto dalla piccola vettura con il numero 37 non sono sbiaditi. Nel 1964, la classica Mini Cooper S ottenne la prima di tre vittorie complessive al leggendario Rally di Monte Carlo. Al volante: l’allora trentenne pilota di rally nordirlandese Patrick “Paddy” Hopkirk. In suo onore, MINI presenta ora un modello con design esclusivo e caratteristiche di equipaggiamento per celebrare uno dei risultati più spettacolari nella storia delle corse automobilistiche internazionali. Un inconfondibile ricordo del colpo di stato di Hopkirk a bordo della Mini classica è il numero 37 dell’auto vincente, che è raffigurato in forma stilizzata sulle portiere del pilota e del passeggero del modello in edizione.

La MINI Paddy Hopkirk Edition è disponibile da ottobre 2020 per modelli selezionati come MINI Cooper S 3 porte (consumo di carburante combinato: 6,4 – 6,1 l / 100 km; emissioni di COcombinate: 147-139 g / km), MINI Cooper S 5 porte (consumo di carburante combinato: 6,5 – 6,2 l / 100 km; emissioni di COcombinate: 141 g / km) e la MINI John Cooper Works (consumo di carburante combinato : 7,1 – 6,9 l / 100 km; emissioni di CO2 combinate: CO2: 162-157 g / km). Come il famoso numero di partenza e il potente motore, la carrozzeria in Chili Red e il tetto bianco del modello in edizione si ispirano al modello storico.

Corsa vittoriosa

 

La corsa vittoriosa di Hopkirk con la Mini Cooper S è stata celebrata dagli spettatori in loco e dagli appassionati di corse automobilistiche nel Regno Unito. Alla guida della piccola vettura britannica con il suo copilota inglese Henry Liddon, Hopkirk ha avuto la meglio su avversari che potevano godere di un motore dalla maggiore potenza. La formula dell’handicap in vigore all’epoca voleva che le differenze di peso e rendimento fossero compensate in una certa misura.

Ma i fattori cruciali nell’impegnativa corsa su strade di campagna e passi di montagna, attraverso la neve ghiacciata, curve strette e discese ripide sono stati l’agilità e l’affidabilità delle capacità di guida della Mini Cooper S e di Hopkirk.

La vittoria a sorpresa a Monte Carlo ha reso Paddy Hopkirk il pilota di rally più famoso del Regno Unito nel corso di una notte. Allo stesso tempo, la Mini classica è passata da auto cittadina a leggenda delle corse automobilistiche. Questo status è stato mantenuto negli anni che seguirono la clamorosa vittoria, ad esempio con il primo posto conquistato dalla Mini Cooper S al Rally di Monte Carlo. I compagni di squadra finlandesi di Hopkirk, Timo Mäkinen e Rauno Aaltonen, hanno collezionato altre due vittorie nel 1965 e nel 1967.

La serie di vittorie al Rally di Monte Carlo continua a ispirare i fan di MINI in tutto il mondo ancora oggi. Con la MINI Paddy Hopkirk Edition, hanno ora l’opportunità di esprimere la loro passione per le corse in modo ancora più autentico.

Richiamo storico

Il modello in edizione combina la sua vernice esterna che richiama quella della vincitrice del rally con cerchi in lega leggera John Cooper Works da 17 pollici nel design Track Spoke Black o cerchi forgiati in lega leggera John Cooper Works da 18 pollici in Design opaco Cross Spoke Jet Black e numerose altre accentuazioni in colori scuri. Il telaio e il rinforzo orizzontale della griglia del radiatore sono rifiniti in nero lucido, così come gli inserti per le prese d’aria inferiori, l’apertura nel cofano, le maniglie delle porte, lo sportello del serbatoio del carburante, la maniglia del portellone, i loghi MINI anteriori e posteriori, nonché le cornici per i fari e le luci posteriori.

Il numero di partenza 37 appare anche sui side scuttles. Altre caratteristiche inconfondibili all’esterno sono i fari a LED e le luci posteriori in design Union Jack, adesivi con la scritta “Paddy Hopkirk Monte Carlo” e un’unica striscia bianca del cofano sul lato del pilota, che come il portellone del modello in edizione porta la firma del vincitore del “Monte” del 1946. Inoltre, la famosa combinazione di numeri e lettere 33 EJB della targa dell’auto vincitrice di Monte Carlo del 1964 è mostrata sulla fascia del cofano tramite una grafica ad effetto 3D.

La firma di Hopkirk appare anche sulla modanatura decorativa sul lato passeggero, che fa parte delle superfici interne lucide Piano Black. Un’altra caratteristica esclusiva del design sono i sottoporta MINI LED con il nome “Paddy Hopkirk”. Il MINI Excitement Package e il Comfort Access sono inclusi anche nella MINI Paddy Hopkirk Edition. Una configurazione specifica del mercato include anche i fari ausiliari in Piano Black, un coprichiave con il numero di partenza 37 e il Waistline Finisher in Piano Black per le modanature tra la carrozzeria e il tetto. Inoltre, il modello in edizione può essere adattato allo stile personale del conducente in modo da creare un esemplare del tutto unico. Per ottimizzare il piacere di guida, il comfort e lo stile individuale, quasi tutti gli articoli dalla gamma di optional extra per la MINI 3 porte e la MINI 5 porte sono disponibili.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *