Calcio, Eccellenza, Woman Atletico Lodigiani, Spadavecchia e la rovesciata da urlo: “Che gioia”

 Calcio, Eccellenza, Woman Atletico Lodigiani, Spadavecchia e la rovesciata da urlo: “Che gioia”


Il primo gol non si scorda mai. Poi se arriva in una maniera incredibile, rimane nel cuore e nella testa in maniera ancor più indelebile.

La storia di Giorgia Spadavecchia, atleta classe 2000

La storia di Giorgia Spadavecchia, atleta classe 2000 della Woman Atletico Lodigiani, è davvero particolare ed è lei stessa a raccontarla: “Per me questo è il primo anno nel mondo del calcio, uno sport che mi ha sempre appassionato. Avevo giocato in una squadra di calcio a 5 qualche anno fa, ma quando a settembre ho saputo quasi per caso che esisteva la possibilità di far parte di questo gruppo, non ci ho pensato un solo momento. All’inizio, assieme al tecnico Alessandra Cucchi, avevamo deciso di iniziare da portiere. Dopo qualche settimana, però, per una serie di motivazioni c’è stato bisogno di me come calciatrice di movimento e così sono “diventata” attaccante. A distanza di qualche mese, è stata la scelta giusta: mi sono innamorata di questo ruolo”.

Domenica scorsa, nel match disputato sul campo della Fortitudo Academy Velitrum e pareggiato 4-4 dalle ragazze della Woman Atletico Lodigiani, la Spadavecchia ha realizzato il suo primo gol stagionale che è anche il suo primo sigillo in assoluto nel mondo del calcio. Ma per farlo ha scelto la maniera più spettacolare: una incredibile rovesciata che è valsa la rete del momentaneo 2-3 per la Woman Atletico Lodigiani.

Quando ho segnato, ci ho capito poco

“Quando ho segnato, ci ho capito poco – sorride la Spadavecchia – La dedica è per tutte le mie compagne, per l’allenatore e per il dirigente responsabile Angelo Mandolesi che hanno sempre creduto nella sottoscritta”. La giovane atleta parla più nello specifico della gara di Velletri: “Una partita combattuta e che avremmo meritato di vincere: siamo andate inizialmente in vantaggio con Ulisse, ma all’intervallo siamo arrivate sotto di un gol. Poi la ripresa è stato un continuo ribaltamento del risultato e alla fine siamo state beffate in pieno recupero quando pensavamo di aver ormai portato a casa il risultato sul 4-3 (con reti di Marconi, Spadavecchia e ancora Ulisse su rigore, ndr)”.

L’attaccante classe 2000 conclude parlando della prossima durissima sfida: “Giocheremo contro il Real Cassino Colosseo capolista, ma mai dire mai. Il nostro gruppo ha messo in mostra grossi miglioramenti nell’ultimo periodo e comunque non esistono avversari imbattibili in questo campionato”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *