XRace Sport e Antonio Rusce in Friuli per consolidare il podio

 XRace Sport e Antonio Rusce in Friuli per consolidare il podio

Antonio Rusce, Marco Vozzo (Skoda Fabia R5 #45, XRaceSport)



La sesta uscita stagionale tricolore per il pilota reggiano è alle porte: tornerà con la Skoda Fabia R5 ed al suo fianco ritroverà Sauro Farnocchia, assente dalla scorsa primavera. L’obiettivo è quello di consolidare il terzo posto nel Campionato “Asfalto” (CIRA).

Ferie praticamente terminate, per X Race Sport

Il prossimo fine settimana la X rossa sarà di nuovo ai nastri di partenza del “tricolore” rally al 55° Rally del Friuli, la sesta prova in calendario, dove  Antonio Rusce e Sauro Farnocchia (rientrante dopo un periodo di pausa) saranno al via con la Skoda Fabia R5 di HK Racing, in cerca della continuità di risultati per assicurarsi il podio della classifica “asfalto” (riservata ai piloti privati), nel quale adesso sono al terzo posto, prima di imboccare il rush finale delle tre gare conclusive.

Dunque, dopo la missione compiuta, a Roma, con il secondo posto ottenuto per il CIRA (e nono assoluto), il driver reggiano portacolori di X Race Sport, ha davanti a sé un impegno ostico, Per Rusce, infatti, sarà la seconda esperienza al Rally del Friuli Venezia Giulia (la prima fu nel 2016, al primo anno di “tricolore”, quando terminò quinto assoluto), il che imporrà certamente un lavoro di “studio” delle strade molto approfondito, per poi affrontare due giorni di gara difficili, incontrando un tracciato molto tecnico, caratterizzato da asfalto abrasivo. Ovviamente sempre contro avversari di elevato livello, gli stessi che ha incontrato sinora, certamente più a loro agio sulle strade del Torre e del Natisone.

“Dopo la bella gara di Roma – commenta Rusce – e dopo anche gli ottimi training svolti in gare nazionali con la Fabia, posso dire di essere a buon punto. Non che in Friuli possa essere una passeggiata, ma certamente, le sensazioni “sentite” con la Fabia sia al RAAB che a Salsomaggiore mi fanno ben pensare. Tra l’altro sarà la mia seconda volta ad Udine, per cui ci sarà da lavorare di più per trovare il giusto feeling con le strade, decisamente “toste”, a quel che mi ricordo dalla mia unica partecipazione di tre anni fa. Altra esperienza che entra, ed è bene così!”.

Загрузка...


Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *