Nella seconda gara dei Campionati Europei under 16, ottimo successo delle azzurrine, che hanno superato l’Olanda al termine di una gara intensa e combattuta e conclusa 3-1 (22-25, 25-23, 25-23, 25-11).
Le ragazze di Pasquale D’Aniello, questa sera, si sono rese protagoniste di una prova in crescendo: dopo il primo set concesso alle avversarie, infatti, Ribechi e compagne hanno saputo reagire nel modo giusto, riuscendo ad essere molto più precise delle avversarie e ribaltando il risultato.
Nel quarto parziale, poi, complice una rinnovata fiducia, le azzurrine hanno collezionato un margine rassicurante (18-6), grazie al quale hanno condotto fino alla vittoria finale.
Grazie a questo successo, l’Italia sale a quota 6 punti nel girone con due vittorie in altrettante gare e conquista il primato insieme alla Turchia. Domani alle 19.30, andrà in scena la terza sfida contro il Belgio.

CRONACA

Per quanto riguarda le scelte iniziali, la centrale Giulia Polesello non ha potuto essere della partita a causa di un leggero attacco febbrile ed è stata sostituita da Matilde Munarini. Per il resto tutto confermato rispetto alla gara di ieri, con il Ct Pasquale D’Aniello che ha schierato in campo il sestetto composto da Orlandi in palleggio, Giacomello opposto, Ribechi e Bellia schiacciatrici, Catania e Munarini in mezzo e Polesello come libero.
Avvio sottotono per le azzurrine, che si sono ritrovate a rincorrere (13-16). Nella seconda metà del set, poi, Ribechi e compagne hanno rialzato la china, trovando la parità sul (22-22) grazie ad un paio di ottime combinazioni a muro. Nel finale, però, è stata di nuovo l’Olanda a mettere la testa avanti (22-25).

Molto equilibrato il secondo parziale, con le due squadre che sono rimaste a contato per lunghi tratti (11-10). Qui, però, sono state le azzurrine a provare l’allungo (20-16) decisivo, che le ha permesso di gestire al meglio il margine. Nel finale, poi, l’attacco in diagonale di Bellia (23-19) e il mani fuori di Munarini hanno riportato la gara in parità (25-23).
Nel terzo set, l’inerzia della gara è cambiata, con Ribechi e compagne che sono rientrate in campo con una rinnovata fiducia. Dopo una prima fase di equilibrio, infatti, le azzurre sono riuscite ad allungare (19-15) acquisendo un margine fondamentale. Nel finale le ragazze di coach Beijl si sono fatte nuovamente sotto (24-23), ma l’errore in servizio di Mourits ha consegnato il set all’Italia (25-23).

Quarto set completamente a tinte azzurre, con la selezione tricolore che ha saputo collezionare un vantaggio molto sostanzioso (18-6) anche grazie ad una Manuela Ribechi autrice di una prova da sottolineare sia in attacco e sia in ricezione. Nel finale, le azzurrine hanno condotto al meglio, chiudendo (25-11) e portandosi a casa una vittoria preziosissima.

PASQUALE D’ANIELLO

“Sono davvero soddisfatto della prova di oggi. Abbiamo battuto una delle squadre credo più attrezzate che io abbia mai incontrato in questa categoria. Proprio come successo ieri siamo andate in crescendo, dopo un primo set nel quale siamo state un po’ contratte siamo state brave a rimanere lucide e a ribaltare il riusltato dopo due set giocati davvero punto a punto. Poi, nel quarto è uscita la determinazione e la qualità della mia squadra, per questo non posso che essere contento. Oggi, abbiamo dovuto fare a meno di Polesello che aveva la febbre e al suo posto a giocato Munirini: una ragazze alla quale forse manca un po’ il campo ma oggi è entrata con carattere e devo dire che ha dimostrato di poter giocare partite a questi livelli.”

SARA BELLIA

“Oggi abbiamo avuto il grande merito di non disunirci dopo il primo set perso. Non era facile perchè è stato un parziale combattuto e nel quale ci siamo viste sfuggire la vittoria proprio all’ultimo. Poi siamo andate in crescendo nei successivi tre set e ci siamo meritati la vittoria contro una squadra tutt’altro che semplice e per questo non possiamo che essere fiduciose per il resto della competizione. Anche personalmente mi sento abbastanza soddisfatta, felice che i miei 14 punti abbiano aiutato la squadra a raggiungere il risultato, che come sempre è la cosa più importante.”

Tabellino: ITALIA-OLANDA (22-25, 25-23, 25-23, 25-11)

Italia: Orlandi 7, Ribechi 10, Munarini 2, Giacomello 10, Bellia 14, Catania 10, libero. Salviato, Marinoni 1. Ne: Giuliani, Passaro, Ituma. All. D’Aniello.
Olanda: Silderhuis 8, Konijnenberg 3, Mourtis 13, Ten Brinke 10, Van De Vosse 16, libero: Posthumus, Leemreize 2, Bos, Roelofs 3, Wagener. Ne: Molenaar. All. Beijl.
Durata: 28’, 30’, 26’, 18’
Italia: 6 a, 10 bs, 8 mv, 19 et
Olanda: 9 a, 19 bs, 12 mv, 44 et