Terzo successo consecutivo in campionato per il Milan, che a San Siro supera il Frosinone con le reti di Piatek e Suso. Fondamentale ai fini del risultato, e punto di svolta del match, la prodezza di Donnarumma, che a inizio ripresa ha parato un rigore a Ciano. Da quel momento in poi in campo si è visto un altro Milan, più libero e più deciso. Sono passati infatti solo tre minuti tra la parata di Gigio e il gol del vantaggio di Piatek, tornato al gol dopo 564′ minuti di astinenza. E la strada si fa a quel punto in discesa, con Suso che trova il raddoppio al 66′ e proietta il Milan a 65 punti in classifica a una sola giornata dal termine del campionato. Nel finale, bella e meritata standing ovation di tutto lo stadio a Ignazio Abate. L’obiettivo Champions League resta sempre vivo; i rossoneri saranno impegnati domenica a Ferrara contro la SPAL nella 38° e decisiva partita di Serie A.

LA CRONACA
Il Milan, schierato con il consueto 4-3-3, si fa vedere al 10′ con un destro di Borini che viene murato sul più bello. È sempre dalle parti di Borini che il Milan crea grattacapi: al 23′ sul bel traversone di Suso, il numero 11 rossonero manca di poco l’impatto. Alla mezz’ora Bakayoko calcia al volo di sinistro dal limite sfiorando il palo. Al 37′ si fa vedere il Frosinone: Sammarco ruba il pallone a Kessie al limite, ma il suo sinistro vola oltre la traversa. Pronti via nella ripresa e Borini di destro in piena area manda alto il pallone del vantaggio. Al 48′ Paganini in area cade a contatto con Abate: per Manganiello è rigore e giallo per il difensore rossonero. Donnarumma è però strepitoso a parare il tiro dal dischetto di Ciano. Il Milan si rimette a correre e al 52,’ sul solito cross di Suso, Borini di testa manca la porta da pochi passi. Al 57′ Piatek trova il gol del vantaggio rossonero deviando in rete da pochi passi un destro sporco di Borini. Il raddoppio arriva al 66′ con una prodezza balistica di Suso: punizione mancina dal limite, un bacio alla traversa e gol. Lo stesso Suso poco dopo vola via sulla destra, mette in mezzo per Piatek che viene anticipato all’ultimo. Il Frosinone reagisce nel finale ma Donnarumma è ancora magistrale sul sinistro volante di Dionisi.

MILAN-FROSINONE 2-0

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate (39’st Conti), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko (6’st Cutrone), Calhanoglu; Suso, Piatek (37’st Castillejo), Borini. A disposizione: Reina, Donnarumma A.; Laxalt, Zapata; Biglia, Mauri. All.: Gattuso.

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Ariaudo, Goldaniga, Brighenti; Zampano, Paganini, Sammarco, Maiello, Beghetto (30’st Valzania); Ciano (32’st Ciofani), Trotta (20’st Dionisi). A disposizione: Iacobucci, Capuano, Cassata, Errico, Ghiglione, Krajnc, Molinaro, Pinamonti, Simic. All.: Baroni.

Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Gol: 12’st Piatek (M), 21’st Suso (M)
Ammoniti: 3’st Abate (M)