Sul circuito Bugatti di Le Mans va in scena la seconda tappa europea della MotoGP 2019. Un asfalto carico di storia, condiviso in parte con il ben più lungo Circuito de la Sarthe, teatro della celebre 24 Ore automobilistica.

Si tratta di una pista molto particolare, con frenate decise seguite da accelerazioni a bassa velocità, sempre con l’incognita di un meteo che può condizionare in maniera pesante lo svolgimento del weekend. In casa Aprilia ricerca del miglior setup per Le Mans, è iniziata subito dopo l’ultimo GP a Jerez, nella giornata di test lche l’Aprilia Racing Team Gresini ha condotto sulla pista andalusa dopo la gara.

L’obiettivo di Aleix Espargarò rimane un posto nei dieci, sfumato solo sul finale in Spagna e che si è dimostrato alla portata del numero 41 in tutte le gare disputate in questo promettente avvio di stagione. Con il triplo dei punti rispetto alla scorsa stagione, Aleix arriva a le Mans confidando nelle buone doti in staccata della RS-GP e sperando in un meteo stabilmente sereno.

Andrea Iannone ritornerà in sella dopo l’infortunio patito nel sabato di Jerez. Le condizioni fisiche del pilota di Vasto verranno valutate giovedì dallo staff medico del circuito ma non sembrano destare particolari preoccupazioni. Proprio durante il run nel quale è scivolato, Andrea stava testando una promettente modifica al setup della sua Aprilia RS-GP, con buoni riscontri. Da questa base, e dal buon venerdì disputato in Spagna, ripartirà il suo percorso di crescita.