La Juniores provinciale della Roma VIII Calcio si è “sfogata”. I ragazzi di mister Massimiliano Mancuso hanno sconfitto con un roboante 8-1 interno la Nuova Lunghezza, ultima della classe. Troppo grande la differenza di valori tra le due squadre, ma i capitolini (tolte alcune piccole difficoltà iniziali) hanno messo la giusta intensità per non dare scampo agli avversari come racconta il centrocampista classe 2001 Federico Marrazzi.

Le parole di Marrazzi

«Dopo il gol del momentaneo 1-1 siamo riusciti immediatamente a riportarci in vantaggio e abbiamo chiuso sul 3-1 prima dell’intervallo. Poi nella ripresa non c’è stata più storia e abbiamo dilagato».

La Juniores provinciale è salita al settimo posto in classifica, più o meno a metà graduatoria. Ma Marrazzi è convinto che la Roma VIII debba assolutamente guardare in alto. «Anche se è difficile, bisogna pensare di poter vincere ogni partita e cercare di andare ad agguantare le prime. Questa è una squadra forte e ha il dovere di provarci, a cominciare dalla prossima sfida sul campo della Magnitudo».

Il centrocampista difensivo, che non si è ancora sbloccato dal punto di vista personale, parla del suo inserimento all’interno del gruppo. «L’anno scorso, nella prima parte di stagione, ho giocato con gli Allievi Elite dell’Almas e poi avevo deciso di fermarmi.

A settembre avevo voglia di rimettermi in gioco e qui alla Roma VIII c’erano diversi miei ex compagni di squadra ai tempi della Borghesiana, così ho deciso di aggregarmi al gruppo. C’è un bel rapporto tra noi e a livello tecnico la squadra è valida».

Nel club capitolino Marrazzi ha conosciuto mister Mancuso. «Non mi aveva mai allenato prima: è un tecnico preparato che dà una grossa carica dal punto di vista emotivo». Il messaggio di Marrazzi è chiaro: la Juniores provinciale della Roma VIII è compatta e ha voglia di salire ancora in classifica.