Contro la Sampdoria il Milan riparte

 Contro la Sampdoria il Milan riparte


Sono stati tre punti voluti e sudati, dal valore inestimabile per il periodo che stava vivendo la squadra. Il Milan torna al successo, superando per 3-2 a San Siro la Sampdoria in una gara ricchissima di emozioni. Protagonisti della serata tre grandi tenori: CutroneHiguain e Suso. Tutti in gol e tutti in campo dal primo minuto nel 4-4-2 scelto da Mister Gattuso. Un modulo che si è rivelato un fattore per ottenere i tre punti, con un Milan capace di leggere la gara e di mettere in difficoltà la Samp sulle corsie esterne. Imprendibile Suso, diligente Laxalt. Un match che ha messo ancora una volta in mostra l’importanza di Gonzalo Higuain e Patrick Cutrone, bravi non solo nella finalizzazione, ma anche nella costruzione della manovra e nella ricerca continua di fraseggi. È un successo importante, che proietta il Milan al sesto posto a quota 15 punti, tre in meno della zona Champions. Testa ora a mercoledì, quando ancora a San Siro i rossoneri sfideranno l’altra genovese: il Genoa.

LA CRONACA
Rino Gattuso opta per il 4-4-2 per la sfida interna contro la Samp. L’obiettivo è chiaro: allargare le maglie della squadra di Giampaolo, molto abile nel portare tanti giocatori in zona palla. E l’avvio, dà dubito ragione al tecnico del Milan. Al 17′ infatti, Suso riceve un cambio-gioco, crossa sul secondo palo dove Patrick Cutrone, di testa, fa 1-0. Il gol cambia il tema tattico della gara, con gli ospiti che alzano il baricentro e in 10 minuti (tra il 21′ e il 31′) trovano il clamoroso sorpasso con Saponara e Quagliarella. Il Diavolo non si scompone e al 36′ risponde con lo splendido scambio tra Cutrone e Higuain, con quest’ultimo che, solo contro Audero, non sbaglia: è 2-2. La ripresa si apre subito con i rossoneri in avanti, e ancora il Pipita ha sul sinistro il colpo del vantaggio, ma il suo tiro finisce tra le braccia di Audero. L’occasione, però, è il preludio al gol del 3-2, che arriva al 63′ con il sinistro chirurgico di Suso che fa esplodere San Siro. La Samp ci prova nel finale, ma senza mai impensierire la porta di Gigio Donnarumma. Anzi, all’87’ l’ultima chance è per il Milan, con Laxalt che da pochi passi centra il palo.

IL TABELLINO

MILAN-SAMPDORIA 3-2

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Calabria (33’st Abate), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessie, Biglia, Laxalt (44’st Calhanoglu); Higuain, Cutrone (31’st Castillejo). A disp.: Reina, A. Donnarumma, Mauri, Borini, Conti, Bakayoko, Bertolacci, Zapata, Halilovic. All. Gattuso.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru (29′ Sala); Praet, Ekdal, Linetty; Saponara (31’st Caprari); Quagliarella, Defrel (16’st Kownacki). A disp.: Rafael Cabral, Belec, Viera, Barreto, Ramirez, Jankto, Colley, Tavares Dos Santos, Ferrari. All. Giampaolo.

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli.
Gol: 17′ Cutrone (M), 21′ Saponara (S), 31′ Quagliarella (S), 36′ Higuain (M), 18’st Suso (M).
Ammoniti: 15’st Sala (S), 24′ Linetty (S), 35’st Abate (M), 37’st Kessie (M), 47’st Romagnoli (M).

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *