Il geniale Maurizio Bottalico, nonostante un infortunio che lo ha costretto a saltare ben 2 gare, grazie al terzo posto ottenuto nell’ultima prova in calendario sul tracciato di Vallelunga, ha conquistato il titolo di vicecampione degli Internazionali d’Italia nella categoria Sbk: “Sono – racconta Bottalix 40felicissimo, perché, nonostante il dolore, sono riuscito a portare a casa un ottimo risultato. 40 giorni fa, purtroppo, mentre mi allenavo sono caduto ed ho riportato la frattura del polso. Questo mi ha fatto saltare le 2 gare del Mugello e di Magione. Sono giunto, così, all’ultima prova ancora dolorante e con 8 punti di distacco da quello che era in quel momento il secondo in classifica generale. Ho stretto i denti e se non ho forzato nelle qualifiche, in gara non mi sono risparmiato. Ho concluso con il centrare l’ultimo gradino del podio, piazzamento più che sufficiente a regalarmi una grande soddisfazione”.

Ad aumentare il merito del pilota napoletano c’è il fatto che ha gareggiato con una Honda Cbr 1000 del 2008: “Se – spiega – da un lato ciò mi ha penalizzato, dall’altro ha regalato più gusto ai risultati. E’ ancora prematuro parlare della prossima stagione, ma mi piacerebbe riprovarci per vincere il campionato, magari in sella ad una moto più moderna e performante. Ora, però, un po’ di goduria dopo settimane di sofferenza”.