La notizia era già stata ufficializzata all’inizio di marzo in occasione dell’affollatissima presentazione allo Yacht Club Marina dei Cesari di Fano, ma ora Patrick Phelipon conferma che la sua avventura di Vela oceanica  partirà da La Rochelle, sua cittadina d’origine sulla costa francese dell’Atlantico.

Il più italiano dei navigatori francesi (vive e lavora nel nostro paese da oltre 30 anni) darà inizio alla sua “lunga rotta” sulla scia di uno dei suoi più noti conterranei, Bernard Moitessier che 50 anni fa abbandonò la partecipazione alla Sunday Times Golden Globe Race – giro del mondo a vela in solitario senza scalo – per seguire la rotta dei suoi sogni.

Vela oceanica, il 22 agosto si parte

L’impresa di Phelipon prenderà il via il prossimo 22 agosto con il suo ketch “Elbereth” (Endurance 35) dal porto di La Rochelle dove il Museo Marittimo proprietario del mitico “Joshua”, l’imbarcazione di Moitessier, lo ha affidato all’Associazione degli Amici del Museo Marittimo per la sua gestione e manutenzione.
La data, il 22 agosto, è la stessa in cui il navigatore francese partì da Plymouth per navigare sugli oceani del mondo seguendo quella che sarebbe poi diventata la sua famosa “lunga rotta”.

Alla serata organizzata da AdriaSail di Maurizio Testuzza è intervenuto anche Vittorio Malingri, navigatore
italiano che ha al suo attivo una vasta esperienza in solitario: “Patrick si appresta a navigare sulla rotta di
Bernard Moitessier – ha dichiarato Malingri – in tanti lo abbiamo sognato, ma nessuno ci ha mai  provato.
Questa è la vera regata in solitario per barche classiche che varrebbe la pena di organizzare”. Ricordiamo che Phelipon ha preso questa decisione a seguito della scelta, da parte degli organizzatori della GGR2018, di trasformare l’evento da regata in record in seguito al divieto imposto dalla FFV.

Al fianco di Phelipon l’Associazione Sailing Oceans

Nella sua avventura Patrick Phelipon è sostenuto dall’Associazione Sailing Oceans (sul sito
www.sailingoceans.it si può aderire all’associazione con 100€ che serviranno per finanziare l’impresa), può
già contare sul supporto di Adria Sail, Antal, Bamar, Plastimo. Porto di Pisa, La Hulotte, Navigatlantique,
XPO La Rochelle, F. M. Lubrificanti, Varta batterie, VMG-Soromap, Di Gabbia srl, Veleria Zaoli Sanremo,
Tecnoinox di Bertozzi e Fusai, C-Catamarans e porterà con se le insegne della Fondazione Francesca Rava-
NPH Italia cui devolverà il 5% dei contributi raccolti a sostegno di progetti di aiuto ai bambini in condizioni
di disagio in Italia e nel mondo (www.nph-italia.org).

La foto è di Fabio Taccola