Kimi e Seb quarto e quinto alla fine delle P2

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Il primo giorno di prove sul circuito di Baku è sempre interessante. I piloti utilizzano molto le vie di fuga… e si addestrano all’uso della retromarcia. Il compromesso tra le zone veloci e quelle tortuose stanno a significare che nel secondo caso i piloti devono fare affidamento al grip meccanico, che è sempre relativo al venerdì. Scelte diverse di assetto hanno comunque prodotto una tabella dei tempi ravvicinata. Kimi ha terminato la sessione in quarta posizione con un tempo di 1:43.489, mentre Seb ha registrato un miglior crono di 1:43.615 (quinto). Le simulazioni di gara sono anche più incoraggianti per i piloti della Scuderia Ferrari, i quali guardano già avanti alla sessione di prove e alle qualifiche di domani.

Kimi ha commentato: “La parte più impegnativa della giornata è stata far lavorare le gomme per portarle alla giusta temperatura. Ovviamente, quando gli pneumatici non rendono al 100%, diventa un po’ difficile in pista. La macchina va bene ma dobbiamo lavorare su questo punto. Se riesci a farlo, tutto diventa più facile”.

I commenti di Seb rispecchiano quello che è stato un giorno di apprendimento: ”Nel pomeriggio abbiamo provato alcune cose ma credo sia difficile trovare il ritmo qui visto che il circuito non è così facile. Credo di non essere stato il solo a usare le vie di fuga. Ad ogni modo domani è un altro giorno e credo che siamo molto vicini. La Red Bull è molto veloce ed oggi lo è stata non per un solo giro ma per entrambe le sessioni. Comunque, sono stato contento del lavoro fatto in generale. Il rettilineo qui è molto lungo, per cui sere velocità. Forse dovremo provare un paio di altre cose anche domani”.

Fonte: ferrari.com

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick