La 19° Cronoscalata del Reventino è in rampa di lancio

 La 19° Cronoscalata del Reventino è in rampa di lancio


La 19 Cronoscalata del Reventino è in programma dal 28 al 30 aprile 2017. La competizione organizzata da Racing Lamezia, Lamezia Motorsport e Automobile Club Catanzaro, nella prossima stagione aprirà il calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna ed avrà anche validità di Trofeo Italiano Velocità Montagna sud. Confermate le massime validità per la gara lametina, molto radicata nel suo territorio che ha esaltato il valore di volano promozionale per luoghi e partner, che insieme hanno rinnovato e rinsaldato la fiducia nell’evento sportivo e nell’efficiente staff d’organizzazione.

Un percorso ricco delle caratteristiche più amate dai piloti, che rendono altamente spettacolare la gara per il pubblico che per due giorni assiepa i 6 Km che uniscono Magolà, località alle porte di Lamezia Terme, con la caratteristica Platania. Per tutti e tre i giorni invece, la città lametina è invasa da spettatori, appassionati, addetti ai lavori e piloti, per quello che è divenuto un appuntamento sempre più atteso nell’intero sud d’Italia.

Sempre più memorabili le sfide che in ogni categoria animano la gara, che affonda le radici delle più recenti 18 edizioni in un luminoso passato, che arriva dalla storica “Nicastro – Passo Acquavona”, una storia fatta di grandi imprese in una terra ad alta passione per le corse in salita.

L’edizione 2016, andata in scena agli inizi di agosto, ha visto la vittoria del pluri campione italiano ed europeo Simone Faggioli al volante della Norma M 20 FC Zytek, che ha siglato il pokerissmo di vittorie al Reventino, davanti al cosentino Domenico Scola su Osella FA 30 Zytek ed il sardo Omar Magliona su Norma M20 FC Zytek.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Emanuele Bompadre

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *