Mondiale SBK: Monza, week end positivo per il Team Red Devils e Michel Fabrizio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Michel Fabrizio - Gara - Monza 2013
Michel Fabrizio – Gara – Monza 2013

Red Devils e Michel Fabrizio tornano nuovamente ai vertici in Superbike con una doppia prestazione degna di nota, finalmente in linea con le aspettative che vedono l’Aprilia e il rider romano a loro agio sulla pista di Monza e il team Red Devils fra i top team della Superbike.
Dopo un week end alla ricerca del giusto setting e non privo di qualche inconveniente, Michel Fabrizio incornicia due prestazioni da top rider lottando con i piloti ufficiali grazie ad una condotta di gara aggressiva ma lucida ed efficace.
Partito dalla decima posizione in griglia, Michel ha concluso gara1 in sesta posizione, non lontano dalle Aprilia ufficiali, e gara2 al quinto posto, comunque a ridosso del podio, portandosi al 7° posto assoluto nella classifica iridata. Le due gare hanno ritrovato un Michel Fabrizio generoso, combattivo e nuovamente al livello dei migliori della classe.
Michel Fabrizio: “Partire così indietro ci ha penalizzato molto, sia in gara1 che in gara2. In gara1 in un giro ho perso tempo per regolare il freno davanti e anche in seguito ho avuto difficoltà a gestire il problema. Per questo motivo, essendo Monza una pista pericolosa, non me la sono sentita di rischiare di danneggiare gli altri e ho iniziato a girare abbastanza bene solo quando sono rimasto da solo. Per quanto riguarda gara2, ringrazio la squadra e Brembo per il lavoro sui freni, visto che sono andato decisamente meglio. Purtroppo nel finale ho fatto un errore e mi dispiace, ma alla fine me la sono cavata. Forse avete visto una battaglia dura con Giugliano ma non c’è niente di cui preoccuparsi. Da parte mia non c’è nessun problema… le gare sono così e lo ringrazio per essersi battuto correttamente. Tornando al risultato, a me e alla squadra serviva questo per ricominciare a credere in noi stessi. Avrei voluto qualcosa in più di un 6° e un 5° posto ma va bene anche così. Anzi, mi scuso se nei giorni precedenti posso essere sembrato demotivato. Ero solo un po’ sottotono per non aver reso come volevo. A Donington ricominciamo con un nuovo spirito.” 
Andrea Petricca: “Gare come queste sono il motivo per il quale da tanti anni sono impegnato nelle corse con la stessa passione del primo giorno e per il quale abbiamo chiamato Michel a lavorare con noi. Finalmente il nostro cuore ha palpitato per un risultato che conta e il finale è la giusta ricompensa per gli sforzi di noi tutti. Va detto che comunque siamo soddisfatti ma non appagati. Un ottimo pilota è competitivo in tutte le piste e noi aspettiamo un Michel aggressivo e competitivo anche a Donington. Vogliamo i risultati e il cuore; sappiamo che con l’impegno Michel può darci entrambi.”

Redazione

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick