Rea chiude i test di Jerez al comando





Il sole è calato sul Circuito de Jerez Angel Nieto per il secondo dei due giorni di test in Andalusia, dove le squadre del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike hanno continuato a lavorare sui setting del 2019. Gli otto piloti hanno completato più di 600 giri sui 4,2 chilometri di circuito e sono stati fatti passi avanti per quella che si preannuncia una stagione sensazionale con nuove moto, nuove squadre e nuovi piloti. Nonostante ciò, è stato il Campione del Mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing team WorldSBK) a comandare.

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) ha proseguito con il suo ritmo in pista durante il secondo ed ultimo giorno di test. Il campione in carica ha continuato a lavorare sul telaio insieme al nuovo motore della ZX-10RR. Questa moto è più potente rispetto alla Ninja 2018 e ha fatto segnare il giro più veloce in 1.38.713. dall’altra parte del box, il compagno di squadra Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è rimasto con una moto dopo la caduta di lunedì. Questo però non l’ha fermato e nel secondo giorno è arrivato a completare più di 100 giri. Terzo in 1.39.766 a fine giornata, Haslam ha continuato sul setting di base della ZX-10RR e si preparerà ancora durante l’inverno.

Per il team Pata Yamaha Official WorldSBK è stata una giornata produttiva, hanno iniziato a capire la strada da intraprendere per ridurre il distacco da Kawasaki e Ducati. A lavoro su piccoli aggiornamenti in vista del 2019, Alex Lowes è stato in seconda posizione per gran parte della giornata, provandosi ad avvicinare a Rea. Per il compagno di squadra Michael van der Mark è stato un test difficile perché è salito in moto ancora convalescente dopo la caduta in Qatar che gli ha procurato la frattura del polso. A lavoro su un grip maggiore in uscita di curva ed in accelerazione tra le altre cose, Lowes ha chiuso con il secondo tempo a 664 millesimi da Rea, mentre van der Mark è sesto a 1.379 secondi.

La squadra Aruba.it Racing – Ducati continua ad imparare con Chaz Davies e Alvaro Bautista, che proseguono la conoscenza della nuova Panigale V4 R. Il britannico ha avuto difficoltà anche oggi a causa della spalla infortunata durante la pausa estiva, quindi non guida al 100%. Si è concentrato sull’elettronica e sull’accelerazione della nuova moto, chiudendo la giornata in quinta posizione.




Bautista ha incontrato più difficoltà nel secondo giorno con la V4 R, è caduto due volte, senza conseguenze. Lo spagnolo è contento della moto e lavora sul setting di base, iniziando a comprendere la moto WorldSBK. Autore di un ritmo incredibile al debutto, Bautista è riuscito a chiudere con il quarto tempo in 1.39.845.

In pista anche il nuovo team WorldSBK GRT Yamaha, Sandro Cortese e Marco Melandri hanno proseguito il lavoro con la YZF-R1. Contento dei progressi fatti, il Campione WorldSSP 2018 Sandro Cortese si sta ancora adattando alla SBK®, mentre Melandri ha lavorato sul setting di base con le gomme Pirelli.

Anche alcuni piloti WorldSSP erano al Circuito de Jerez Angel Nieto per l’ultima giornata di azione e sono stati autori di tempi interessanti. Raffaele De Rosa è sceso in pista per MV Agusta Reparto Corse in cerca di quel passo in avanti che potrà portarlo alla vittoria a cui è arrivato tanto vicino nel 2018. Lucas Mahias ha girato nuovamente con Kawasaki Puccetti Racing abituandosi alla moto dopo una caduta di ieri. È tornato in pista anche Hikari Okubo (Kawasaki Puccetti Racing) con la ZX-6R, a lavoro su aggiornamenti.



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4857 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*