Frascati Scherma: Lucarini vice campione d’Italia Under 23, tre medaglie di bronzo


Belluno, Campionato Italiano U.23 alle 6 Specialità, 16/18 Nov. 2018 Foto: Trifiletti / Bizzi Team




È mancato l’acuto più importante, ma per il Frascati Scherma sono arrivate comunque ottime
notizie dai campionati italiani Under 23 che si sono disputati a Belluno nello scorso fine
settimana. Una medaglia d’argento e tre di bronzo oltre ad altri piazzamenti di rilievo per gli
atleti tuscolani che, una volta di più, si sono confermati ad altissimi livelli nel panorama
giovanile italiano.

La più vicina al titolo tricolore è stata Lucia Lucarini che nella sciabola femminile ha concluso
al secondo posto. L’atleta umbra ha superato i quarti di finale contro la romana Alessia Di
Carlo (Club Scherma Roma) col punteggio di 15-7, poi in semifinale c’è stato un assalto
equilibratissimo contro Eloisa Passaro delle Fiamme Oro che si è arresa solamente all’ultima
stoccata per 15-14. In finale, invece, la Lucarini non è riuscita a trovare il ritmo giusto contro
Michela Battiston (Aeronautica Militare) che si è imposta per 15-7. Nella medesima gara,
grande prestazione anche per Vally Giovannelli (assieme alla Lucarini sul podio nella foto
Trifiletti/Bizzi) che ha strappato una bella medaglia di bronzo: dopo aver saltato l’ostacolo dei quarti di finale battendo la napoletana Chiara Pagano Fusco per 15-10, la giovane atleta tuscolana ha “sbattuto” in semifinale contro la Battiston che non le ha lasciato scampo vincendo per 15-4.

Doppio podio anche nel fioretto femminile con Elena Tangherlini e Serena Rossini, le “ultime arrivate” nella famiglia del Frascati Scherma. La prima, dopo aver eliminato ai quarti di finale Marta Ricci (Esercito) col punteggio di 15-6, si è arresa contro Elisabetta Bianchin (Aeronautica Militare) che l’ha spuntata per 15-12 e poi è andata a vincere il titolo italiano. Bronzo anche per la Rossini che è stata sconfitta sempre in semifinale dalla carabiniera Claudia Borella per 15-7 e che ai quarti di finale aveva superato Constance Catarzi (Cs Savona) al termine di una durissima battaglia terminata all’ultimo assalto.

Ottima anche la prestazione di Federico Colamarco che si è dimostrato in un buono stato di forma e si è piazzato al quinto posto della prova di fioretto maschile. L’atleta tuscolano si è fermato solamente ai quarti di finale al cospetto di Francesco Ingargiola (Fiamme Oro) che lo ha sconfitto col punteggio di 15-7.




Nello scorso week-end si è disputata anche la seconda prova nazionale Master di spada a Caserta: Elisa Cuscini ha chiuso decima e Greta Tamosiunaite 13sima nella categoria 0, poi da registrare il 31esimo di Mauro Gianfelice (cat. 3) e il 45esimo di Gino Lucrezi (cat. 2). Infine Cuscini e Tamosiunaite hanno gareggiato con la squadra del Lazio che nella prova del Trofeo delle Regioni si è piazzata quinta nella categoria A+B, mentre il Lazio con Lucrezi ha ottenuto il quarto posto nella categoria B.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*