MotoGp, Burinam: la gara delle Aprilia





La scelta rischiosa dello pneumatico soft al posteriore ha ripagato Aleix Espargaró con un piazzamento a punti, il terzo consecutivo per il pilota catalano e particolarmente significativo perché colto su una pista tra le più ostiche per la RS-GP.

Aleix è stato bravo a gestire l’aderenza della sua Aprilia, mantenendo nella prima fase di gara il contatto con la top-10 e facendo segnare il suo giro veloce al quindicesimo passaggio, a soli 5 decimi dalla migliore prestazione.

Scott Redding ha approfittato di una ottima partenza, che lo ha visto guadagnare ben 7 posizioni nel corso del primo giro. Il pilota britannico ha poi condotto una gara costante, sfiorando la zona punti per pochi decimi ma dichiarandosi soddisfatto, dopo la bandiera a scacchi, del feeling con la RS-GP sulla pista thailandese.

ALEIX ESPARGARO’




“La scelta della gomma morbida era, a mio parere, la migliore possibile oggi. Ne ho discusso molto ieri con il team e con i tecnici Michelin, c’era qualche dubbio sulla durata ed effettivamente negli ultimi giri ho preferito mantenere la posizione senza rischiare. In ogni caso credo di aver ottenuto il massimo possibile oggi, su questa pista che è sicuramente una delle più difficili in calendario per noi. Il tredicesimo posto e i due punti guadagnati non possono soddisfarmi del tutto, dobbiamo migliorare e sappiamo bene quali siano i nostri punti deboli”.

SCOTT REDDING

“Onestamente sono contento della gara di oggi. Alla prima curva non ho rischiato particolarmente, mantenendo il mio solito punto di frenata, ma sono riuscito a chiudere bene la traiettoria e guadagnare subito qualche posizione. Nel complesso oggi la moto si è comportata bene, non ho avuto difficoltà particolari nonostante le condizioni davvero impegnative. Abbiamo sofferto in qualifica ma questa mattina nel Warm Up siamo riusciti a trovare un miglioramento che, spero, potrà aiutarmi anche nelle prossime gare”.



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4838 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*