Ducati sul podio in Gara 2 a Magny Cours con Davies





Dopo una Gara 1 difficile, il team Aruba.it Racing – Ducati si è riscattato salendo sul podio in Gara 2 a Magny Cours (Francia), teatro dell’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike 2018, con Chaz Davies. Il gallese, scattato bene dalla prima fila, ha condotto la corsa fino al dodicesimo giro nonostante le condizioni fisiche non ottimali, per poi difendere la seconda posizione fino al traguardo, centrando così il suo dodicesimo podio stagionale.

Gara caparbia anche da parte di Marco Melandri, in lotta nel gruppo di testa fino a due terzi di gara salvo poi accusare qualche problema di guidabilità e tagliare il traguardo in quinta posizione. Michael Ruben Rinaldi, alla sua ultima gara con l’Aruba.it Racing – Junior Team, ha invece chiuso in tredicesima posizione al termine di un fine settimana complicato anche da alcuni problemi tecnici. Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista a San Juan – Villicum (Argentina) per il penultimo round della stagione, in programma dal 12 al 14 ottobre.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 2º
“È fantastico salire nuovamente sul podio dopo un paio di mesi difficili. La pausa estiva è stata complicata dal duplice infortunio alla clavicola, ma adesso siamo di nuovo della partita. Magny Cours sicuramente non è una pista facile da affrontare con il mio tipo di infortunio, perché ci sono un paio di staccate durissime con successive curve a destra. Il nostro piano era partire bene e martellare il più a lungo possibile. Volevamo rendere la vita un po’ più difficile a Rea, guidando con la massima precisione per far sì che, qualora provasse un sorpasso, fosse al limite tanto quanto noi. Ha commesso un paio di errori e sono riuscito ad incrociarlo, ma poi mi ha passato ed a noi è mancata un po’ di efficacia in curva. Non siamo lontani comunque, quindi dobbiamo essere contenti. Non vedo l’ora di correre in Argentina”.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 5º
“Sono un po’ amareggiato perché purtroppo, nel tentativo di migliorare in fase di frenata rispetto a Gara 1, abbiamo fatto un passo indietro dal punto di vista della guidabilità. Ero in difficoltà nei cambi di direzione e per compensare ho forzato parecchio con l’anteriore. Dopo metà gara il grip era calato molto, e non è stato possibile fare di più. Peccato perché il podio sarebbe stato alla nostra portata, ma guardiamo avanti e proveremo a rifarci in Argentina”.




Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21) – 13º
“È stata un’ultima gara al di sotto delle nostre aspettative, purtroppo abbiamo avuto un po’ di problemi e mi dispiace che non siamo riusciti a mostrare il nostro potenziale e chiudere in bellezza. Voglio ringraziare tutto il team, che mi ha dato la possibilità di crescere sia a livello sportivo che personale. Ora ricaricheremo le batterie e continueremo a prepararci al meglio per il futuro”.

Serafino Foti, Team Manager
“Dopo una Gara 1 difficile, oggi siamo riusciti ad essere maggiormente competitivi con entrambi i nostri piloti. Chaz ha fatto una gara stupenda, guidando sopra il dolore e spingendo al massimo, chiudendo molto vicino al vincitore. Marco ha accusato qualche difficoltà in più ma ha dato il massimo come sempre, portando a casa il miglior risultato possibile. Ora andiamo in Argentina, una pista nuova per tutti, quindi ci aspetta un round particolarmente interessante”.



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4673 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*