MotoGp, Austria: report gare Aprilia





Una ottima partenza dalla quinta fila ha caratterizzato la prima parte di gara in Austria per Aleix Espargaró, efficace specialmente in frenata con la sua Aprilia RS-GP tanto da occupare stabilmente la top-10 nei primi 16 giri. Nel finale il pilota spagnolo ha sofferto il degrado dello pneumatico posteriore, perdendo posizioni fino a doversi accontentare della diciassettesima piazza.

Al termine di un weekend complicato, Scott Redding non riesce a emergere in gara e chiude in ventesima posizione.

ALEIX ESPARGARO’

“Ho fatto una buona partenza e nella prima parte di gara ero veloce. Ho guidato al limite, forse un po’ troppo, per cercare di rimanere nel gruppo in lotta per la top-10. Ho sollecitato molto la gomma posteriore per non perdere terreno, ma dopo 15 giri mi è mancato il grip e non è stato possibile resistere agli attacchi. Sappiamo quali sono i nostri problemi e dobbiamo lavorare per risolverli, i primi giri con un buon livello di competitività mi hanno dato fiducia ma serve uno sforzo per colmare il gap. Abbiamo in programma un test a Misano con molte novità portate dai tecnici Aprilia, una giornata fondamentale che dovremo sfruttare al massimo”.




SCOTT REDDING

“Questo weekend è stato estremamente difficile. Solo sul bagnato sono riuscito a mostrare il mio potenziale, mentre sull’asciutto una serie di fattori ci hanno impedito di andare oltre un risultato francamente deludente. E’ frustrante, la posizione finale non rispecchia il mio impegno. Ora abbiamo un test a Misano prima della mia gara di casa a Silverstone, spero che possa aiutarci a uscire da questo periodo negativo”.



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4751 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*