Cacio, II categoria, Sporting San Cesareo, remuntada da sballo. Iacobini: “Manteniamo questo terzo posto”


Cacio, II categoria, Sporting San Cesareo, remuntada da sballo




Non era il risultato sperato, ma alla fine è arrivato un punto preziosissimo per la Seconda categoria
dello Sporting San Cesareo Calcio. Il pazzo 3-3 interno col Pro Appio è utilissimo al gruppo del
direttore sportivo Stefano Roma e di mister Gabriele Pulina che ora è terzo da solo con una sola
giornata da giocare.

Le dichiarazioni di Davide Iacobini

«Col Pro Appio abbiamo giocato un primo tempo non brillante, ma anche parecchio sfortunato e
siamo andati all’intervallo addirittura sotto di tre reti, risultato indubbiamente esagerato per i
nostri demeriti – dice il centrocampista classe 1996 Davide Iacobini, al suo secondo anno con
questa maglia – A quel punto, però, è uscita fuori una grandissima reazione: la squadra ha giocato senza nessuna pressione mentale e con tanta voglia di recuperare il risultato: il gol di Ponzo e quello di Savina hanno avviato la rimonta che poi è stata completata dal sigillo di Mattia. Un punto alla fine preziosissimo considerando il k.o. interno del Marino contro il Terzo Municipio che ci lascia al terzo posto solitario».

Il giovane centrocampista, che ha dovuto saltare una grossa fetta di stagione a causa di un brutto infortunio alla clavicola, è rientrato in gruppo da circa un mese e ora può dare il contributo allo Sporting San Cesareo. «La volata per il terzo posto? Credo che, se arrivasse, dovrebbe essere considerato un traguardo minimo – rimarca Iacobini – Questa squadra aveva le potenzialità per fare meglio, ma ora bisogna assolutamente mantenere questo piazzamento».

Che potrebbe consentire alla formazione casilina di godere di un ripescaggio in Prima categoria. «Nell’ultimo turno di campionato faremo visita alla Virtus Ariccia, ultima della classe con appena due punti. Se sottovalutassimo l’avversario, però, faremmo un grandissimo errore: dobbiamo giocare con la massima concentrazione, consapevoli che bisogna assolutamente vincere. Questo è un campionato molto equilibrato in cui si sono verificati diversi risultati sorprendenti e quindi non bisogna abbassare la guardia» conclude Iacobini.






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*