Movisport in fermento: Giandomenico Basso torna in lizza per il Tour


Movisport in fermento: Giandomenico Basso torna in lizza per il Tour
Nella  foto: Basso e Granai




Riparte, per Movisport, la campagna internazionale al fianco di Giandomenico Basso e Lorenzo Granai. Campioni in carica del Tour European Rally Series, il pilota trevigiano ed il copilota senese ritentano l’avventura nella serie che abbraccia alcune delle migliori gare del vecchio continente, con la grande novità della Skoda Fabia R5. L’avventura partirà questo fine settimana dal Rally della Transilvania, quindi in Romania, con una gara che lo scorso anno fece da trampolino di lancio al loro successo stagionale. Vinsero, a Cluj-Napoca, città della Romania nord-occidentale, e per questo, pur con l’incognita di non conoscere la vettura, con la quale sono al debutto, cercheranno lo spunto vincente per balzare al comando della classifica. A metter loro pensiero ci penseranno i diversi driver locali, come al solito agguerriti e forti anche del “fattore campo”. 

Torna, nel Campionato Europeo Rally, nel quale partecipa per il secondo anno consecutivo Zelindo Melegari ed Andrea Cecchi, ad inseguire quell’alloro in categoria “produzione” che lo scorso anno, al driver reggiano, é mancato d’un soffio.  Melegari e Cecchi saranno impegnati nel 42° Rally delle Canarie, secondo appuntamento del Campionato Europeo Rally,  nell’arcipelago spagnolo al largo della costa nord-occidentale dell’Africa.  Con la Subaru Impreza STI Gr. N del team War Racing, proveranno il riscatto dalla sfortuna sofferta al primo round dello scorso mese alle Azzorre, esperienza sfociata in un ritiro al termine di una gara condizionata da diverse problematiche di ordine tecnico.

Riparte, per Movisport, la campagna internazionale al fianco di Giandomenico Basso e Lorenzo Granai. Campioni in carica del Tour European Rally Series, il pilota trevigiano ed il copilota senese ritentano l’avventura nella serie che abbraccia alcune delle migliori gare del vecchio continente

Di nuovo aria tricolore, con la 102^ Targa Florio, in Sicilia, terzo atto stagionale del Campionato Italiano
Rally. Michelini-Castiglioni e la Skoda Fabia R5 ed anche Gilardoni-Bonato con la Ford Fiesta R5
andranno in cerca di nuove soddisfazioni. Quelle soddisfazioni che alla recente prova di Sanremo sono
mancate a Michelini, partito al meglio nella gara sul ponente ligure  e poi fermato da un’uscita di strada
quando gravitava ai vertici assoluti. Le strade siciliane saranno quindi lo scenario del riscatto, per il forte pilota lucchese e saranno quelle che dovranno dare invece continuità a Kevin Gilardoni, che proprio a Sanremo ha conquistato i suoi primi punti tricolori, segno di una notevole crescita tecnica.

Si parla anche, ovviamente, di Rally Appennino Reggiano, la gara di casa. La trentanovesima edizione di una delle gare più amate in Italia, valida per la Coppa Italia Zona 2 e per il Campionato Regionale Acisport a coefficiente 1,5, proporrà ben 12 equipaggi “griffati” Movisport , con ampie possibilità di vedere allori importanti sotto la bandiera a scacchi.




Occhi puntati su Gianluca Tosi- Alessandro Del Barba

Occhi puntati su Gianluca Tosi- Alessandro Del Barba, al loro debutto con la  Hyundai i20 WRC, con la
quale pensano ovviamente in grande. Ma in grande pensano anche Davide Medici – Daniele De Luis, con
la Ford Fiesta R5. I due equipaggi saranno certamente tra coloro che possono salire sul gradino più alto del
podio in una vera e propria “battaglia” sulle strade delle montagne reggiane.

Gli altri equipaggi al via saranno: Nicola Grisanti – Filippo Govi (Renault Clio RS), Stefano Ferrarini –
Emanuele Pè
(Renault Clio RS), Giuliano Giovani – Aldini Giuseppe (Renault Clio R3C), Matteo Montanari
– Davide Aguzzoli
(Renault Clio Williams), Massimiliano Settembrini – Luca Guglielmetti (Abarth Grande
Punto RSTB PLUS 1.4), Alan Gualandi – Stefano Palù, (Renault Clio RS), Massimo-Bottazzi Alberto
Bonacini
(Peugeot 208 R2B) e Zanni-Ibatici su una Peugeot 106 Kit.

Nel Rally Storico Appennino Reggiano vi saranno poi due equipaggi, anche in questo caso in grado di far bene:

Tonelli-Debbi (Ford Escort RS) e Immovilli-Marchi (BMW 323 E21).

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*