Rea: “Non c’era possibilità di battere le Ducati qui”





In questo weekend si registra per la prima volta il fatto che Jonathan Rea non è in testa al WorldSBK, cosa che gli accadeva dal 2015. Un inizio diverso per il pilota del Kawasaki Racing Team in questo 2018 che lo ha visto soffrire in Gara 1 per mancanza di grip, mentre in Gara 2 è stato beffato al photo finish da Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati).

Già mercoledì il nordirlandese aveva avuto problemi di influenza, ma dopo tutto si mostra soddisfatto.

“Sono molto felice, soprattutto pensando a come sto fisicamente – ha commentato Rea – Da mercoledì mi sono ammalato e finire secondo dopo quanto accaduto ieri va benissimo. Il podio dopo il quinto posto è una buona limitazione dei danni”.

In una battaglia durissima, Rea ha anche raccontato quando accaduto dopo il “flag to flag”.




“Sapevo che dopo la fermata ai box l’unica possibilità di vincere oggi era rientrare in pista in testa. Non c’era modo di tenersi dietro le Ducati qui. All’inizio sembrava che la moto di Eugene fosse in assetto da qualifica, aveva un passo incredibile! Comunque ho chiuso fra i primi due e questo va bene”.

Come detto, l’uscita dai box di Rea, Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) e Xavi Fores (Barni Racing Team) ha dato vita ad un nuovo duello, sempre serratissimo.

“Pensavo di ritrovarmi sesto o settimo, ma poi sono riuscito a ritrovare il ritmo e alla curva 1 sono arrivato fortissimo, ho mollato i freni sfruttando il vento contrario, è stato incredibile!”

Negli ultimi passaggi il Campione in carica ha provato a scappare, ma Melandri e Fores non hanno mollato e il romagnolo lo ha beffato in extremis. Ora bisognerà che Rea si concentri sulla Thailandia, una pista molto diversa.

“Non vedo l’ora di essere in Thailandia per migliorare ancora, spero di stare meglio e trovarmi a mio agio con la moto. Prima di ammalarmi debbo ammettere che non c’era una grande feeling con lei, non eravamo in sintonia. Spero che ciò che è successo serva di lezione”.

A Buriram si correrà il 23-25 marzo.

Fonte: worldsbk.com



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4519 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*