Futsal, Serie C1, la Fortitudo manda KO anche il TC Parioli


Futsal, Serie C1, la Fortitudo manda KO anche il TC Parioli




La Fortitudo batte un TC Parioli più vivo che mai con il punteggio di 11-4 e mantiene il primato del Girone B del campionato Futsal, con due punti di vantaggio sull’Italpol, la squadra della Vigilanza cara a Patron Alex Gravina. Al Comunale di Via Varrone arriva un’altra vittoria, rotonda nel punteggio, il cui parziale non deve trarre in inganno perché il TC Parioli ha tenuto il campo molto bene al cospetto della capolista, in special modo nel primo tempo che si è concluso sul 5-3 per i pometini.

La Fortitudo Pomezia deve rinunciare a Walter Potrich (quasi pronto al rientro) per i postumi dell’infortunio muscolare rimediato contro l’Italpol, ad Andrea Gobbi (piccolo acciacco) e Alessandro Turi, ma riesce ad imporsi grazie ad una grande prestazione corale con Daniele Zullo autore di 3 gol, al pari di Alessandro “Zanza” Zanobi, la doppietta di Manuel Cavalieri e le marcature di Andrea Lippolis, Simone De Simoni e addirittura il portierone Federico Favale.

Futsal, nel primo tempo la Fortitudo inizia contratta

Mister Esposito parte con un quintetto composto da Federico Favale tra i pali, Richard Rozzi ultimo, Daniele Zullo e Andrea Lippolis laterali e Jakub Raubo pivot. La Fortitudo Futsal Pomezia inizia contratta mentre TC Parioli cerca di far valere subito la sua voglia di fare uno scherzetto alla prima della classe e trova il vantaggio con un tiro deviato di Bartolomeo, il vantaggio degli ospiti sveglia dal torpore Zullo e compagni, dopo qualche minuto arriva il pari di Manuel Cavalieri con una rasoiata di sinistro.

Sugli sviluppi di una giocata da fenomeno di Simone De Simoni arriva il tap-in di Alessandro Zanobi che porta in vantaggio la Fortitudo, praticamente il George Best della 167 semina avversari in accelerazione come birilli e appoggia a Zanza che deve solo spingere in rete la palla. Ancora Cavalieri troverà il 3-1 con una botta all’incrocio dei pali, al 4-1 ci penserà ancora Zanobi finalmente recuperato al 100% dopo un intervento chirurgico al palato subito due settimane fa, il TC Parioli approfitta di un momento di calo mentale dei pometini e si fa sotto prima con il gol di Badaracco (4-2) e poi di De Lieto (4-3) ma poi sarà sempre il solito Zullo a dire l’ultima in questo pirotecnico primo tempo per il 5-3 con cui si conclude la prima frazione di gara.




Secondo Tempo

Il secondo tempo si apre con il TC Parioli a trazione anteriore subito con il portiere di movimento, l’azzardo
non paga perché Zanobi ruba una palla e realizza il 6-3 e la sua personale tripletta, sempre con il portiere di
movimento arriverà l’ultima marcatura del Parioli con Bruni (6-4) dopodiché solo Fortitudo e una pioggia
di gol con De Simoni sempre punendo il portiere di movimento (7-4), Zullo ennesimo gol d’autore (8-4),
addirittura Federico Favale direttamente dalla sua porta (9-4).

Il TC Parioli alza bandiera bianca e smette di fare il portiere di movimento ma i ragazzi di Esposito non
hanno voglia di fermarsi e troveranno la decima marcatura (10-4) a firma Lippolis con uno splendido
schema su calcio piazzato e poi ancora gol di Capitan Zullo che finalizza uno splendido scambio con Lippolis
per il definitivo 11-4 con un paio di minuti ancora da gestire Mister Esposito fa esordire un altro gioiellino
del vivaio della Fortitudo Riccardo Cristofari un 2001 di cui si sentirà parlare presto, esordio con personalità
sfiorando addirittura la marcatura.

Le dichiarazioni

A fine gara tra le due squadre strette di mano e reciproci complimenti per una gara che è stata pirotecnica
per i tanti gol ma molto corretta. Le solite due battute con mister Esposito che dichiara: “Questa vittoria è
merito oltre che dei ragazzi soprattutto del mio staff, da Gabriele Masci a Ciro Sannino passando per Marco
Pistoia, io purtroppo per problemi di salute questa settimana non sono mai stato presente e quindi sono
stati loro a preparare la partita, per altro a breve dovrò sostenere un intervento chirurgico agli occhi e come
si suol dire di loro mi fido ciecamente”.

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*