Futsal, Serie C1, la Fortitudo mantiene la vetta battendo il Ponte Ca5


Futsal, Serie C, la Fortitudo mantiene la vetta battendo il Ponte Ca5




La Fortitudo batte un coriaceo Ponte Ca5 con il punteggio di 9-6 e mantiene il comando del Girone B del campionato di Futsal di Serie C1  con due punti di vantaggio sulla squadra della Vigilanza cara a Patron Gravina. Al Comunale di Via Varrone arriva l’ennesima vittoria anche se a dire il vero in questa partita i veri protagonisti non sono stati Zullo o Gattarelli ma bensì la terna arbitrale che ha sciorinano a destra e sinistra cartellini gialli e/o rossi come se non ci fosse un domani in una partita che tutto si può dire tranne che cattiva.

La Fortitudo Pomezia deve rinunciare per la seconda gara consecutiva a Walter Potrich per i postumi dell’infortunio muscolare rimediato contro l’Italpol, al febbricitante Alessandro Zanobi e allo squalificato Jakopo Raubo ma riesce ad imporsi grazie ad una grande prestazione e ad un’incontenibile Daniele Zullo autore 4 gol, a segno oltre al poker del capitano, la tripletta di Manuel Cavalieri e la doppietta di Andrea Lippolis.

Futsal, nel primo tempo il Ponte C5 cerca di fare il colpaccio

Mister Esposito parte con un quintetto composto da Federico Favale tra i pali, Alessandro Turi ultimo, William Viglietta e Andrea Lippolis laterali e Daniele Zullo pivot. La Fortitudo Futsal Pomezia inizia contratta la partita mentre Il Ponte Ca5 cerca di far valere subito la sua voglia di fare lo sgambetto alla prima della classe e passa in vantaggio con uno dei suoi migliori interpreti ossia Gattarelli, il vantaggio degli ospiti sveglia dal torpore Zullo e soci e dopo un paio di giri di lancette arriva il pareggio di Lippolis con una rasoiata di sinistro.

Un altro tiro mancino questa volta a firma di Manuel Cavalieri porta in vantaggio la Fortitudo, la partita se possibile sale ancora di livello e sugli sviluppi di una rimessa laterale sarà ancora Gattarelli a trovare il pari. Ancora una palla ferma ma questa volta è al Fortitudo a trovare il gol del 3-2 con Capitan Zullo e poi sempre il solito Zullo per il 4-2 con una splendida conclusione incrociata. La prima frazione di gioco si conclude sul parziale di 4-2 con la Fortitudo in assoluto controllo.




Nel secondo tempo dilaga la Fortitudo

A conferma che non è la solita Fortitudo arriva il 3-4 in apertura del secondo tempo e a quel punto Il Ponte
si gioca la carta del portiere di movimento venendo però punita subito prima da Zullo e poi da Cavalieri per
il 5-3 e il 6-3, da quel momento in poi come dette nelle premesse la terna arbitrale perderà un po’ il filo
della partita espellendo prima Leandri del Ponte dalla panchina poi il pometino De Simoni, la Fortitudo nei
2 minuti di inferiorità si difenderà con i denti e non appena ottenuta la parità numerica otterrà un calcio di
rigore (Zullo gol del 7-3) con espulsione del portiere del Ponte.

Il Ponte trova il gol del 4-7 con un fallo non segnalato su Favale che non la prende bene e viene espulso per
proteste e che quindi è costretta a giocare per altri 2 minuti in inferiorità numerica, questa volta però il
Ponte troverà il gol per il 5-7. Sarà Lippolis a rimettere le cose a posto per il gol del 8-5 e poi ancora un gol
del Ponte (autogol di Turi) per il 6-8 e ancora il tiro libero di Manuel Cavalieri per il definitivo 9-6 a pochi
secondi dalla sirena che chiude definitivamente la contesa.

A fine gara tra le due squadre strette di mano e reciproci complimenti e molto sgomento per quella che è
stata una gara pirotecnica per i tanti gol ma molto corretta. Le solite due battute con mister Esposito che
dichiara: “ questa volta non sono assolutamente contento di quanto fatto in campo, secondo me abbiamo
fatto tre passi indietro rispetto alle ultime uscite. L’unica medicina è il lavoro settimanale e già da lunedì
cominceremo a pensare alla partita contro lo Spinaceto.

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*