Futsal, Serie C1, ennesima vittoria della Fortitudo che batte anche l’Anziolavinio


Futsal, Serie C1, ennesima vittoria della Fortitudo: ko l’Anziolavinio




Futsal, serie C1, arriva l’ennesima vittoria per la Fortitudo, quattordicesima stagionale su 16 gare disputate, nella tana dell’Anziolavinio di Mister De Angelis arrivano altri 3 punti pesanti per la Banda guidata da Mister Stefano Esposito, a darle maggiore importanza c’è da considerare il buon momento che stava attraversando la squadra anziate che di fatto è in piena corsa playoff pur essendo partiti ad inizio stagione alla ricerca di una salvezza tranquilla. La Fortitudo Pomezia deve rinunciare all’infortunato Walter Potrich (uscito malconcio dalla gara contro l’Italpol) e a Manuel Cavalieri fermato per una gara dal giudice sportivo, sostituiti dai rientranti Lippolis e Rozzi, riesce ad imporsi con una vittoria rotonda nel punteggio che si è materializzata con il solito secondo tempo in crescendo.

I ragazzi di Mister Stefano Esposito sono scesi in campo molto concentrati consapevoli di avere un solo risultato a disposizione, vale a dire la vittoria per mantenere la testa della classifica. A mettere i panni di giustizieri della squadra cara al Presidente Anastasi ci hanno pensato il solito Capitan Zullo, Lippolis, De Simoni, Zanobi e Viglietta con una marcatura ciascuno. Nota di colore ormai quasi settimanale tutti i marcatori della giornata sono pometini doc per questa Fortitudo che rappresenta nel calcio a 5 ciò che l’Athletic Bilbao nel calcio.

Futsal, nel primo tempo parte forte la Fortitudo Pomezia

Mister Esposito parte con un quintetto composto da Federico Favale tra i pali, Alessandro Turi ultimo, William Viglietta e Simone De Simoni laterali e Daniele Zullo pivot. Dopo qualche minuto di studio la Fortitudo Futsal Pomezia prova a far valere il maggior tasdo tecnico e si riversa nella metà campo della squadra di Mister De Angelis ma gli Anziati non sono convinti a prestare il fianco e oltretutto ha un Favero molto reattivo tra i pali, ma con una splendida azione corale si conclude con l’assist di De Simoni per l’accorrente Zanobi che la piazza di giustezza praticamente a porta sguarnita.

Una manciata di minuti e Favale è straordinario con una parata su De Marco innescato da una sciocchezza di De Simoni, giradola di cambi per Mister Esposito che come al solito da fondo a tutto il suo roster con ampio minutaggio per il giovane (solo di carta d’identità) Andrea  Gobbi, mentre gli anziati con la rosa un po’ più corta comunicavano ad accusare la stanchezza e verso la fine della prima frazione di gioco arriverà il raddoppio con Andrea Lippolis che sempre in coppia con De Simoni farà letteralmente ammattire la retroguardia dell’Anziolavinio.




Nel secondo tempo ci prova l’Anziolavinio ma niente da fare

Si va a all’intervallo sul risultato di 0-2 a favore di pometini e la ripresa si apre praticamente come si è
chiusa, con l’Anziolavinio che lotta su ogni pallone ma con i pometini calmi nel giostrare il pallone con
pregevoli giocate. La terza marcatura arriva da una intuizione di Favale che lancia con le mani un
indemoniato Zullo che stoppa al volo, scarta il pur bravo Favero e insacca a porta vuota.

A quel punto il match sembra chiuso però complice un calcio d’angolo battuto male, l’Anziolavinio con una
rapidissima ripartenza riesce a mettere due giocatori a tu per tu con Favale che verrà battuto da De
Franceschi, a quel punto gli uomini di De Angelis sembrano crederci di più e provano a dar fondo a tutte le
loro risorse e riusciranno a prendere anche un palo esterno, resterà quello l’ultimo sussulto dei ragazzi di
De Angelis perché ci penserà William Viglietta a riportare immediatamente l’inerzia della gara sulla strada
di Pomezia con una staffilata dai 16 metri e poi sarà De Simoni a mettere il sigillo per il definitivo 1-5 con
una poderosa accelerazione dove ha seminato avversari e spiazzato Favero con un gol di esterno destro. Gli
ultmi 7/8 minuti saranno pura accademia con un costante crescendo dei Pometini che a quel punto
sembrano giocare sul velluto.

Il mister

A fine gara le classiche due battute con il mister a cui abbiamo chiesto se i suoi ragazzi hanno fatto il
definitivo salto di qualità, lui risponde; “non posso che fargli i complimenti stanno dimostrando di essere un
grande gruppo e oggi a fine gara ho sentito il bisogno di entrare negli spogliatoi cosda che non faccio mai
e dirglielo subito, oggi mi sento di sottolineare le prestazioni di Turi un ragazzo che ha saputo aspettare il
suo momento, di Andrea Gobbi che gioca come un veterano pur essendo il più giovane e il secondo tempo
di Proja a cui è mancato solo il gol.. per l’appunto adesso però vogliamo il gol”.

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*