Mahias campione del WorldSSP in Qatar


Mahias campione del WorldSSP in Qatar




Lucas Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP Team) ha tagliato il traguardo del circuito internazionale di Losail come campione del mondo del WorldSSP del 2017, realizzando il suo sogno in una dura stagione caratterizzata da alti e bassi. Dopo aver avuto una splendida prestazione che si è conclusa con una vittoria, Mahias ha conquistato il titolo all’ultimo round stagionale.
Unitosi alla squadra ufficiale Yamaha per il 2017, il pilota francese non solo si è adattato alla nuova serie, ma anche alla nuova moto e alla nuova squadra. Mahias ha passato il 2016 in diversi campionati, tra cui l’European Superstock 1000 dove in tre gare ha ottenuto una seconda posizione a Jerez e due vittorie, rispettivamente a Misano e a Magny-Cours sulla Yamaha YZF-R1. Il 28enne ha inoltre debuttato nel MOTUL FIM Superbike World Championship con Pedercini Racing, ottenendo due top 13 al TT Circuit Assen.
Mettendo la sua firma nel paddock del WorldSBK l’anno scorso, è anche riuscito a vincere il campionato piloti FIM EWC dopo una dura battaglia durante l’anno nella serie di endurance. Mahias, però, non è estraneo ad aver corso in diverse categorie durante una stessa stagione, infatti nel 2011 ha partecipato al campionato CEV nella classe Moto2 in contemporanea alla classe Moto2 nel campionato francese Supersport. Nel 2012, invece, aveva mostrato il suo talento sulla scena mondiale, assicurandosi la vittoria nella gara di Moto3 del Gran Premio di Francia, e nel 2013 aveva concluso in terza posizione nella classe tedesca IDM Supersport Class.
Dopo aver firmato con la squadra GRT, quest’anno Mahias si è ben presto trovato a lottare in spettacolari battaglie, a partire dal round d’apertura di Phillip Island, dovendosi ritirare però nel round tailandese. Le sue intenzioni sono state rapidamente chiarite, quando è arrivato al MotorLand Aragon e si è assicurato la sua prima vittoria nella serie per soli 14 millesimi di vantaggio su Sheridan Morais (Kallio Racing). Questo primo sigillo stagionale è stato seguito da tre secondi posti e il pilota francese guidava la lotta al titolo con 30 punti di vantaggio prima del ritorno in pista di Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing).
Una caduta al Misano World Circuit Marco Simoncelli, a luglio, l’ha fatto tornare a casa senza punti affrontando così la pausa estiva, con la sua leadership in campionato ridotta a soli 5 punti. Con quattro round restanti al termine della stagione, Mahias è salito sul podio al Lausitzring e a Portimao, prima di incappare in una caduta sulla sua pista di casa, a Magny-Cours.
Cadendo durante le Fp3 su pista bagnata, il francese si è infortunato il polso destro e le probabilità di vincere il campionato sono state fortemente messe in dubbio. Tuttavia, anche il rivale principale Sofuoglu ha avuto un infortunio la stessa giornata ed è successivmente volato in Turchia per farsi operare al bacino, mentre Mahias terminava la gara della domenica con un ottimo quarto posto. A Jerez l’azione è stata infuocata e la lotta al titolo è arrivata sulla pista di Losail dove il francese ha vinto ed è stato successivamente incoronato campione del mondo per la prima volta nella sua carriera.
Fonte: worldsbk.com






Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4762 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*