GP delle Americhe, Il COTA nel segno di Marquez, e non solo





· Il 2017 sarà il quinto anno consecutivo che la classe regina correrà in Texas.

· In totale gli Stati Uniti hanno ospitato 29 GP: 2 a Daytona, 15 a Laguna Seca, 8 a Indianapolis e 4 ad Austin.

· Gli unici piloti in attività che hanno vinto sul suolo americano sono Valentino Rossi (Movistar Yamaha), Dani Pedrosa (Repsol Honda), Jorge Lorenzo (Ducati Team) e Marc Marquez (Repsol Honda).

· Il Circuito delle Americhe conosce un solo vincitore, Marc Marquez, che ha ininterrottamente fatto suoi i GP sulla pista texana dalla prima edizione (2013). Al campione del  mondo anche tutte le pole position.




· Negli ultimi tre anni al COTA Ducati è arrivata sempre a podio; nel 2014 Andrea Dovizioso fu terzo e secondo l’anno dopo mentre nel 2016 Andrea Iannone arrivò terzo.

· Il miglior risultato per Yamaha è quello della scorsa stagione quando Jorge Lorenzo arrivò in piazza d’onore.

· Nel 2016 Maverick Viñales (Movistar Yamaha), allora pilota Suzuki, chiuse il suo GP come quarto precedendo il compagno di box Aleix Espargaro (Aprilia Gresini). Fu il miglior risultato di Suzuki dal GP di San Marino del 2017.

· I dodici piloti saliti sul podio di tutte le edizioni del GP in Texas sono stati o italiani o spagnoli.

· Gli ultimi tre vincitori della gara di Austin in Moto2™, in questa edizione correranno nella classe regina: Alex Rins (Team Suzuki Ecstar), Sam Lowes (Aprilia Racing Team Gresini) e Maverick Viñales; stessa cosa per i componenti del podio nella classe di mezzo nel 2016: Lowes, Rins e Johann Zarco (Monster Yamaha).

Fonte: motogp.com



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4674 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*