Kawasaki e Ducati impressionano sotto il sole spagnolo





Anche oggi il sole splendeva sul MotorLand Aragon e i piloti del MOTUL FIM Superbike World Championship erano impazienti di affrontare il secondo giorno di test.
Tutti i piloti sono scesi in pista dalle ore 11.30 per iniziare un’importante giornata di test sul tracciato di Alcañiz in cui si è continuato il lavoro iniziato il giorno precedente.
L’ex pilota della MotoGP™ Stefan Bradl (Honda WorldSBK Team) è stato il primo pilota a uscire dai box e ha continuato a cercare un buon set up nella sua prima uscita sulla Honda. Il tedesco ha firmato il crono di 1’51.1 nella giornata finale e ha girato per conoscere la nuova moto e per abituarsi alle gomme Pirelli. La prova è terminata con una simulazione di gara e Bradl e il suo team lasciano Motorland felice dei progressi fatti.
I piloti del Kawasaki Racing Team, Tom Sykes e Jonathan Rea, hanno iniziato la giornata con un set fotografico generale prima di scendere in pista  per testare le modifiche al telaio e del motore sulle loro Ninja. Rea è uscito non appena le temperature gliel’hanno concesso e ha siglato il crono più veloce della giornata in 1’49.8. Il Campione del mondo in carica ha lavorato sul telaio e ha terminato con esito positivo, riuscendo anche a mettere a segno buoni tempi con le gomme usate.
Tom Sykes ha concluso il suo programma di test e ha fermato il cronometro sull’1’50.4. Nonostante abbia usato la gomma più dura a causa delle temperature in pista, il pilota dello Yorkshire a fatto una simulazione di gara che ha fornito risultati positivi alla squadra.
Nicky Hayden (Honda WorldSBK Team) ha avuto una giornata stabile, nell’attesa della Fireblade 2017, e ha passato la giornata lavorando sui freni, sulle sospensioni e sul telaio. Con un feeling migliore in frenata, così come sull’anteriore della sua CBR1000RR, ha ottenuto il suo giro più veloce in 1’50.8.
L’Aruba.it Racing – Ducati ha apportato alcune modifiche, con molti stint brevi. Chaz Davies ha mantenuto un buon ritmo sul circuito, siglando il suo miglior giro in 1’50.4, con la Panigale R all’85% del suo pieno potenziale in vista del prossimo test a Jerez.
Con queste temperature più fredde e non realistiche, Marco Melandri ha lavorato sul set up e ha ottenuto il miglior tempo in 1’50.8.
Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) è caduto alla curva 3 nell’ora conclusiva del test, fortunatamente senza conseguenze, ed è stato piuttosto costante sulla nuova moto. L’olandese ha firmato il suo best lap in 1’51.6 e si prepara ora ai test a Jerez della prossima settimana.
Nell’altra parte del box Alex Lowes ha completato il programma previsto, siglando il tempo di 1’51.3, lavorando sul forcellone e sul telaio. L’inglese ha raccolto dati interessanti dopo una lunga giornata sul tracciato spagnolo.
Il primo test 2017 si è concluso al MotorLand Aragon e i piloti del World Superbike torneranno in pista la prossima settimana sul Circuito di Jerez.
Fonte: worldsbk.com






Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 4175 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*