Frascati Scherma, Bianchi ottimo terzo a Lezsno in Coppa del Mondo Under 20


Frascati Scherma, Bianchi ottimo terzo a Lezsno in Coppa del Mondo Under 20




Arrivano dalla Coppa del Mondo Under 20 le ultime soddisfazioni internazionali del Frascati Scherma. Sugli scudi il fiorettista Guillaume Bianchi, atleta classe 1997 (nella foto di Augusto Bizzi) che è sempre più cresciuto negli ultimi anni di attività agonistica. A Lezsno, in Polonia, Bianchi è arrivato fino alle semifinali della prova individuale, dimostrando un invidiabile stato di forma: bella la vittoria ai quarti di finale con l’americano Tourette, poi il russo Akhmetov (poi vincitore della prova) gli ha sbarrato la strada di accesso per l’ultimo atto col punteggio di 15-11. Alla stessa prova hanno partecipato anche Amedeo Contestabile e Alessandro Gridelli che hanno concluso con piazzamenti non di spessore. Ma la trasferta polacca di Bianchi è stata ulteriormente impreziosita dal podio ottenuto anche nella prova a squadre a cui ha partecipato pure lo stesso Gridelli: i due frascatani hanno dato un fondamentale contributo all’Italia che prima ha stracciato la Svezia, poi ha superato la Polonia padrona di casa nei quarti (45-40) e poi è stata fermata dalla Russia in semifinale (45-33). Con il medesimo punteggio “sofferto” in semifinale, gli azzurrini si sono poi imposti nella finalina di consolazione contro la Gran Bretagna. Proprio dalla gara a squadre sono arrivate le notizie migliori per l’altra fiorettista del Frascati Scherma Arianna Pappone, prima assieme alle altre azzurre che nel loro percorso hanno eliminato la Russia, la Germania e infine la Francia, piegata con un combattuto 37-32 nell’ultimo atto della prova di Coppa del Mondo Under 20 andata in scena in questo caso a Bochum (Germania). Non altrettanto propizia per la Pappone la prova individuale, dove l’atleta originaria di Latina ha rimediato solamente il 34esimo posto. Tornando in Italia, a Novara si è disputata la prima prova nazionale Cadetti di spada alla quale hanno partecipato Sara e Ludovica Uranelli, Corrado Mancini e Leonardo Luongo senza ottenere un piazzamento eclatante.






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*